News

Gestione rifiuti, primi introiti e risparmi dalla raccolta differenziata

AUGUSTA – L’Amministrazione comunale fa un primissimo bilancio sul nuovo sistema di gestione dei rifiuti, con gli uffici competenti a relazionarsi non più con l’unico soggetto che era rappresentato dalla discarica, ma con i diversi rappresentanti individuati dal settore Ecologia quali “indotto” della raccolta differenziata.

Infatti, come spiegato in una nota dell’Amministrazione, ad oggi operano una società che gestisce la frazione secca delle materie prime seconde che vengono raccolte (carta, cartone, alluminio, plastica, vetro etc…), una società per il compostaggio della frazione sfalci e potature, una società per il compostaggio della frazione organica, una per gli inerti, una per i raee e così via.

Mentre gli uffici hanno attivato tutte le convenzioni Conai, che erano scadute da anni, ed hanno potuto accertare un mancato introito per le casse comunali di circa 120 mila euro, derivanti dal 4 per cento di raccolta differenziata che è stato fatto nel corso degli anni precedenti e che nessuno aveva richiesto. È stato creato un capitolo di bilancio in entrata: fino ad oggi, infatti, non esisteva la possibilità per il Comune di guadagnare dal sistema di raccolta differenziata.

Un altro dato importante rappresenta il fatto che gli sfalci e potature degli ultimi sei mesi sono andati appunto all’impianto di compostaggio, facendo risparmiare ai cittadini circa 15 mila euro, oltre al fatto che si sia sottratta preziosa frazione organica alla discarica.

Per l’assessore all’Ambiente Danilo Pulvirenti si tratta di “dati incoraggianti“, affermando che “i primi risultati si iniziano a vedere e sono sicuro che altre soddisfazioni arriveranno nel corso del 2017“.

L’assessore aggiunge: “Ringrazio gli uffici, in particolare l’ufficio del settore Ecologia e quello del settore Tributi, che si stanno cimentando in un cambiamento che certamente riguarda anche il loro prezioso lavoro svolto quotidianamente nell’interesse della cittadinanza. Le mie direttive sono state recepite con spirito di collaborazione, senza il quale il cambiamento vissuto dalla cittadinanza non avrebbe avuto il giusto riconoscimento“.

Pulvirenti conclude: “Sono fiducioso nella sempre maggiore partecipazione dei cittadini, anche in quelli che ancora si ostinano a non accettare il cambiamento. Il cambiamento riguarda tutti gli attori ed il successo è di squadra e non di una singola realtà“.


In alto