Eventi

Il successo del secondo “Lungomare liberato”: famiglie, sport e volontariato

AUGUSTA – La seconda edizione del “Lungomare liberato”, fortemente voluto dall’associazionismo del territorio e patrocinato dal Comune di Augusta, si è decisamente avvicinata a quell’idea concepita in alcune grandi realtà metropolitane per consentire ai propri cittadini, nei fine settimana estivi, di vivere le aree urbane in prossimità del mare senza l’assillo delle autovetture. Ad Augusta, sul tratto designato che costeggia parte del golfo Xifonio, a tale voglia di riappropriarsi di un lungomare si è inevitabilmente associato anche l’auspicio di potersi un giorno riappropriare del mare, gravemente compromesso da decenni di scarichi delle acque reflue in assenza di un apposito sistema di depurazione.

La domenica mattina trascorsa non prometteva bene, a causa di condizioni meteorologiche che non offrivano neanche uno spicchio di sole sul lungomare Granatello chiuso al traffico veicolare. Eppure, la disponibilità gratuita del personal trainer, come annunciato dai promotori, ha offerto un gradito servizio agli amanti delle attività all’aria aperta che hanno voluto sfidare il tempo uggioso.

È stato il pomeriggio ad assicurare ampia soddisfazione a chi attendeva questa nuova occasione, all’insegna della sostenibilità e dello sport. Clima ideale, un lungomare che si è popolato di gazebo e di associazioni, e che di conseguenza ha attratto centinaia di famiglie, con i bimbi al seguito. Già, le associazioni, le artefici del successo.

Bisogna partire da quelle promotrici del “Lungomare liberato”, quindi dall’Asd Freeride Augusta, presieduta da Andrea Contento. Il gruppo di ciclisti amatoriali ha riproposto, come in altri contesti, una sorta di laboratorio di avviamento alla mountain bike, grazie a un percorso a ostacoli fatto di coni, pedane e scale, tutti realizzati con materiale riciclato, per simulare su una strada urbana le sensazioni dei percorsi su tratte sterrate.

secondo-lungomare-liberato-augusta-associazioniL’altra associazione promotrice, “Kalé”, nata lo scorso anno per promuovere il decoro urbano, presieduta da Ivano Iurianello, ha predisposto sul manto stradale un’area creativa, appositamente recintata, ove, su un tappeto di fogli bianchi, numerosi bambini hanno dato sfogo alle proprie inclinazioni artistiche, realizzando con i gessetti disegni sul tema dell’estate. Riscontro positivo anche per la nota petizione a sostegno del progetto per il ripristino della fontana del Monumento ai Caduti, nell’ambito dell’iniziativa “I luoghi del cuore” del Fai, raggiungendo la soglia delle duemila firme.

Tra le associazioni sportive presenti, la postazione dell’Awa, ovvero l’Asd Windsurf Augusta presieduta da Marco De Filippo, è stata presa d’assalto da tantissimi ragazzini, che sui due simulatori hanno provato le prime manovre del windsurf. Nel frattempo in acqua, l’undicenne Giampiero Pagliaro dava dimostrazione delle proprie abilità con delle spettacolari evoluzioni. Per l’associazione si tratta di una settimana “clou”, prendendo parte anche alla decima edizione della Xifonio Cup, in programma nel fine settimana, con una regata di windsurf non competitiva.

Anche l’Asd Scherma Augusta, della presidente Paola Avallato e del maestro Gianni Cannata, ha fatto la sua parte, nonostante l’assenza di numerosi atleti impegnati nelle gare regionali di Santa Venerina. Gli schermidori sono riusciti ad affascinare le famiglie e in particolare i giovani, coinvolgendoli in una dimostrazione della disciplina sportiva più medagliata d’Italia.

Altrettanto apprezzati anche gli stand allestiti dalle associazioni di volontariato, con la “Misericordia” di Augusta capofila. I numerosi volontari coordinati dal governatore Marco Arezzi hanno effettuato dimostrazioni di manovre di Blsd per gli adulti, impiegando sul manichino anche il defibrillatore, e di Bls per i più piccoli. Nel gazebo, oltre alla diffusione di materiale informativo sul bando per il servizio civile e sulle attività dell’associazione, veniva effettuata anche la misurazione gratuita della pressione arteriosa.

Particolarmente affollato lo stand del mercatino solidale realizzato dall’associazione “Comitato cittadino augustano” presieduta da Giuseppina Morello, in collaborazione con i componenti del gruppo ideato su facebook da Carmen Bonfiglio denominato “Riciclare regalando”. La generosità degli augustani è stata davvero incredibile, in tanti hanno donato capi di abbigliamento o accessori e molto hanno raccolto e catalogato i promotori, che, in attesa di una sede per dare compiutezza al progetto “La casa della solidarietà”, in un pomeriggio son riusciti a venire incontro alla richiesta di capi prima nascita da parte di diverse augustane in dolce attesa con difficoltà economiche.

Infine, l’area dedicata ai cuccioli, segnatamente tre giovanissimi cani meticci in cerca di una casa. Le due associazioni “Randamici”, presieduta da Angela Timpanaro, e “Un cane per amico”, presieduta da Cristina Valenti, si sono premurate di esporre ai tanti passanti attratti dalla tenerezza dei cagnolini le condizioni per poterli adottare e per regalare anche a se stessi un’occasione di gioia. Ma su questo fronte, si è appreso dalle responsabili, c’è ancora molto da fare in termini di sensibilizzazione.

Il lungomare Granatello “liberato” dalle autovetture ha potuto offrire una domenica alternativa, ha indotto molti cittadini a restare nel proprio territorio, e chi vi ha partecipato auspica una periodicità dell’appuntamento. Sempre con il desiderio di potersi concedere, un giorno, anche un tuffo.


getfluence.com
In alto