Primo piano

Ironman Cervia, Incari e Fazio al traguardo della gara più estrema del triathlon. C’è un primato augustano

AUGUSTA – Al traguardo dell’Ironman di Cervia (Ravenna), unica tappa italiana del circuito internazionale svolta domenica scorsa, sono giunti due atleti della 4 Endurance Tri Club, giovane associazione sportiva cittadina di triathlon. A firmare l’impresa Agostino Incari, piazzese di origine, e l’augustano “doc” Dario Fazio, che è anche dirigente del sodalizio.

L’eccezionale risultato sportivo rappresenta in particolare un unicum per un atleta nato ad Augusta (l’anno scorso ci riuscì Claudio Cuciti, milazzese di origine), in quella che è la più dura gara del triathlon (nuoto, ciclismo e corsa) prevedendo distanze pressoché quadruplicate (quasi triplicate per il nuoto) rispetto al triathlon olimpico.

La durissima gara, consistente in 3,8 km di nuoto, 180 km di bici, 42 km di corsa, è stata completata in 9 ore 58 minuti 39 secondi (357° posto assoluto) da Agostino Incari e in 10 ore 54 minuti 54 secondi (834°) da Dario Fazio, che esprimono grande soddisfazione per l’impresa sportiva.

Soddisfazione viene manifestata anche dal presidente dell’associazione, Ennio Salerno: “Sono felice di come questo primo anno di attività abbia fatto avvicinare ancora di più giovani e meno giovani alla triplice disciplina. Mi auguro che ciò continui nei prossimi anni“.

(Nel collage di copertina, da sinistra: Agostino Incari e Dario Fazio)


In alto