pubblicità elettorale
Archivio

Prodotti contraffatti, blitz della Finanza nei negozi cinesi

controlli-finanza-negozi-cinesi-augustaAUGUSTA – Stretta della Guardia di Finanza di Siracusa sui prodotti contraffatti, potenzialmente pericolosi per l’eventuale incauto acquirente, in quanto privi dei requisiti di sicurezza previsti dal Codice del consumo e dalla normativa vigente.

Gli interventi eseguiti nella giornata di giovedì 1 ottobre dai finanzieri della provincia siracusana hanno portato al sequestro di 456.943 prodotti nei confronti di numero 6 negozi, aventi sede in vari Comuni, tra i quali anche Augusta, oltre Siracusa, Floridia, Lentini, Rosolini e Portopalo di Capo Passero.

Sono state rilevate irregolarità connesse con la detenzione, per la rivendita, di vari prodotti, tra i quali cosmetici, giocattoli, bigiotteria, ferramenta ed utensileria varia, materiali elettronici, prodotti informatici, accessori per auto, privi del marchio di conformità “CE”, spesso dissimulato dal logo “China Export”, nonché prodotti per l’igiene e la cura della persona, capi di abbigliamento di note griffe del lusso e altrettanti accessori, come orologi, scarpe, borse, cinture, riportanti marchi contraffatti.

Oltre alle merci sottoposte a sequestro, l’attività delle Fiamme Gialle ha consentito l’individuazione di un lavoratore irregolare e la denuncia alla locale autorità giudiziaria di due soggetti per la detenzione di merce contraffatta.

I titolari dei negozi in cui sono state rilevate le citate irregolarità, tutti di nazionalità cinese, sono stati segnalati anche alla Camera di commercio di Siracusa per le violazioni previste dal Codice del consumo, per le quali sono previste sanzioni fino a 25.000 euro, nonché per la successiva confisca e distruzione dei prodotti sequestrati.

Nella nota ufficiale, la Guardia di Finanza sottolinea come tali operazioni siano a tutela degli imprenditori onesti e della sicurezza pubblica, attraverso il contrasto all’evasione delle imposte ed allo sfruttamento della manodopera low cost per la realizzazione di beni di scarsa qualità, privi dei congegni e accorgimenti necessari per poter essere utilizzati in sicurezza.

Ed evidenzia il messaggio sociale rivolto alla collettività: oggi più che mai appare indispensabile disincentivare i consumatori all’acquisto di merce recante marchi o segni distintivi contraffatti o alterati, a discapito delle aziende sane che rispettano anche la normativa a tutela dei consumatori.


La Gazzetta Augustana su facebook

Le Città del Network

 

Copyright © 2023 La Gazzetta Augustana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Cecilia Casole
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2015/2023 PF Editore

In alto