Sport

Promozione, l’esordio del Megara con la Rinascita Netina lascia molti rimpianti

AUGUSTA – Alla prima di campionato, sabato pomeriggio, per l’atteso ritorno della Promozione in città, il Megara trova le reti ma non il punteggio pieno. La sfida sulla carta era alla portata dei neroverdi, ospitando al “Megarello” la Rinascita Netina, squadra ripescata quest’anno dalla Prima categoria, proprio come il Megara.

Gli undici neroverdi guidati da mister Migneco si presentano con la difesa fuori servizio, viste le squalifiche di Marziano, Micieli e Giliberto, con l’allenatore quindi che cambia il modulo di inizio stagione passando ad un più equilibrato 4-3-3.

Pronti via e Massa regala un calcio di rigore agli avversari, che viene sbagliato. Sin dalle prime battute il Megara risulta con poco equilibrio in campo e con una costante sofferenza in fase difensiva. Come spesso accade, proprio nel miglior momento degli avversari, passa al 15′ con un colpo di testa di Di Mauro.Ma la rete di vantaggio dura nemmeno un quarto d’ora, pareggiata da una punizione, molto contestata, di Cocola su cui l’estremo difensore augustano Pincio commette il primo errore di giornata. Proprio allo scadere Gattuso, direttamente su calcio piazzato, riporta il Megara in vantaggio.

La ripresa inizia sotto un nubifragio. Il Megara porta a 3 le marcature con un colpo di testa al 51′ di Strano, e sul doppio vantaggio sparisce dal campo. La Rinascita Netina ha il merito di crederci e di riuscire a trovare il pareggio con i gol di Bellavista al 60′ e Costa al 69′, con la complicità del portiere augustano incappato in una giornata nera. Al 94’ anche la sfortuna si accanisce contro i megaresi, che colpiscono il palo con un tiro di Di Mauro.

inserzioni

A fine partita, mister Migneco, apparso molto contrariato, ha commentato: “Non si possono gettare al vento partite come questa, sapevamo che ogni partita sarebbe stata una battaglia, ma sul 3 a 1 per noi dobbiamo avere la capacità di gestire la partita. Peccato perché, nonostante tanti problemi che avevamo su questa partita, eravamo riusciti a farla nostra. Sono sicuro che ci servirà da lezione, da martedì prepareremo bene la prossima partita”.

Domenica prossima per il Megara è prevista la seconda gara di campionato, in trasferta contro il Città di Ragusa.


inserzioni inserzioni
In alto