Sport

Precampionato calcio a 5, per l’Augusta 1986 un ko “positivo”

AUGUSTA – Il precampionato diventa più impegnativo per l’Asd Augusta 1986, dopo due vittorie consecutive con il medesimo risultato di 15-1, contro Leontinoi e Ic Villasmundo. La formazione augustana di Serie A2 è stata battuta sabato dalla neo promossa Meta per 2-0, in una sfida che solo prossimamente varrà i 3 punti nel campionato nazionale di calcio a 5. Una prova positiva nonostante il risultato, con gli uomini di mister Rinaldi che rispondono bene alla preparazione alla nuova stagione calcistica, arrivata al termine della terza settimana.

Il match inizia con l’Augusta in pressione e i catanesi arroccati in difesa. È questo il canovaccio della gara, con un grande Tornatore e cinque “legni” a respingere gli attacchi dei neroverdi, con Jorginho, Scopelliti e compagni che mostrano già una buona condizione nonostante i carichi di lavoro e testano varie volte i riflessi dell’estremo difensore avversario Tornatore, protagonista di cinque interventi determinanti ai fini del risultato finale. L’Augusta tiene bene il campo anche con Bagatini e Lelè, e crea tante occasioni da gol, ma la poca lucidità sotto porta fa la differenza.

Poche le occasioni concesse ai padroni di casa, che faticano a sviluppare un possesso palla fluido, per merito della forte pressione messa dai ragazzi di mister Rinaldi. Il Meta deve ringraziare Kapa, capace di sfruttare l’unica occasione concessa con un sinistro potente che entrava in rete dopo aver accarezzato la traversa, e Scheleski, che ha realizzato il classico gol dell’ex trovando il raddoppio su calcio di rigore.

Prosegue comunque la preparazione dei neroverdi, in vista dei prossimi appuntamenti di precampionato martedì a Melilli contro la Pro Melilli di C2, sabato 17 a Regalbuto nel triangolare con i padroni di casa e il S. Isidoro Bagheria, e poi il super quadrangolare di giorno 23 e 24 con Maritime, Cefalù e lo stesso Meta.

inserzioni

Il presidente Andrea Tringali ha dichiarato: “Siamo soddisfatti della prestazione dell’intera squadra, i nuovi stanno cominciando a mostrare il loro lavoro e, nonostante ancora qualcuno non sia pienamente integrato nei meccanismi di mister Rinaldi, sono certo che nel prossimo futuro tutti potranno dare il loro contributo. Anche quest’anno faremo una ottima stagione ma potremo farlo solo se riusciremo a viverla con serenità, cancellando quanto fatto nelle stagioni scorse. Di certo non siamo i favoriti alla vittoria finale, ma non lo siamo stati nemmeno gli scorsi anni, quando poi abbiamo fatto molto bene“.


inserzioni inserzioni
In alto