Eventi

Al via progetto di “Kalé” e comitati per ripristino della fontana del Monumento ai Caduti

AUGUSTA – Si tratta di un percorso a tappe immaginato all’inizio dell’anno e che intende restituire alla cittadinanza la storica fontana del Monumento ai Caduti, anche nota ad Augusta come fontana del Milite Ignoto.

Dalla sinergia instaurata tra la giovane associazione per il decoro urbano “Kalé“, l’associazione “Comitato cittadino augustano” e il comitato spontaneo “per la fontana del Milite Ignoto“, si proverà a concretizzare quel progetto mancato in occasione della scorsa edizione de “I luoghi del cuore”, promossa dal Fai. Questa volta, assicura il presidente di “Kalé” Ivano Iurianello, c’è già un’intesa con l’Amministrazione comunale che non vanificherà le firme che verranno raccolte sia online che attraverso banchetti e che potrebbe consentire di accedere al finanziamento.

La prima tappa è fissata per questo sabato, con l’appuntamento in piazza Castello dalle ore 10 alle ore 17, aperto ai volontari, per realizzare un intervento esclusivamente rivolto alla pulizia dell’area intorno al Monumento ai Caduti. Con l’opera di svuotamento dell’acqua stagnante nelle vasche già effettuata dalla squadra lavori del Comune, l’attività si concentrerà sulla completa pulizia delle stesse e sull’area verde, con la rimozione delle sterpaglie ed anche la sistemazione delle aiuole.

Quindi, contestualmente all’avvio della raccolta firme per la nuova edizione del progetto del Fai, che dovrebbe pubblicare le linee guida martedì 17, si passerà alla seconda tappa. Questa sarà anticipata giovedì 19 al Circolo Unione, in occasione della conferenza stampa di presentazione del Bluesfest, e sarà infine presentata alla cittadinanza con un gazebo espositivo ad hoc allestito nel fine settimana del festival.

Sabato 20 e domenica 21, si potrà quindi conoscere attraverso fotografie e relative carte il progetto di restauro della fontana, redatto dall’ingegnere augustano Fabio Amara, che prevede l’auspicato intervento di manutenzione straordinaria. Dalla riqualificazione dell’area al ripristino della fontana la strada è lunga ma va percorsa.

 


In alto