Sport

Atletica leggera paralimpica, l’Asd Nuova Augusta conquista tre titoli italiani e un argento

AUGUSTA – Gli atleti dell’Asd Nuova Augusta Sport Disabili, del presidente Francesco Messina e del tecnico Sebastiano Mazziotta, protagonisti a Padova nelle prove del campionato italiano di atletica leggera promozionale Fisdir (Federazione italiana sport paralimpici), svolte lo scorso weekend. Il sodalizio augustano ha conquistato tre titoli italiani e una medaglia d’argento, distinguendosi ancora una volta nell’ambito di una manifestazione sportiva nazionale.

Nel lancio del vortex, su 94 atleti iscritti, Sebastiano Martello vince la medaglia d’oro; poi nei 150 metri piani, su 30 iscritti, lo stesso atleta conquista un altro titolo italiano, al termine di una gara che entusiasma il pubblico e gli addetti ai lavori.

Nel salto in lungo da fermo, su 22 partecipanti, Alessio Fischetti vince la medaglia d’oro proprio all’ultimo salto, con una misura eccezionale. Nei 50 metri piani, per la sua categoria, Domenico Ippolito manca di un soffio il primo posto conquistando la medaglia d’argento. Inoltre, mancano di poco il podio: Dario Caramagno, 4° posto nei 50 metri piani, e Marco Bella, 4° posto nel lancio del vortex.

Alle gare hanno partecipato 35 società sportive provenienti da tutta Italia. “Noi – spiega entusiasta il tecnico Mazziotta eravamo il gruppo più piccolo, formato da soli 5 atleti. Numericamente altre società hanno partecipato con gruppi ben più numerosi con al seguito team di medici e massaggiatori. Malgrado tutto, credo che ci siamo fatti rispettare“.

Mi sento di ringraziare tutti gli amici e i familiari che ci hanno permesso di fare questa trasferta, ringrazio la Marina militare che ci permette di allenarci adeguatamente. Voglio esprimere pubblicamente – conclude Mazziotta – la  mia grande soddisfazione personale e di chi mi collabora, dal dirigente Gaetano Caramagno, agli aiuti tecnici Saro Manfredi e Umberto Desio. Questa vittoria di società la dedichiamo tutta al nostro grande presidente Francesco Messina”.


In alto