Politica

Augusta, 26 milioni per il terzo ponte tra Isola e terraferma. L’annuncio di Ficara e Pisani

AUGUSTA – “È stato interamente finanziato il progetto per la realizzazione di un terzo ponte per collegare il centro storico di Augusta al resto della città“. Lo annunciano congiuntamente il deputato siracusano Paolo Ficara e il senatore augustano Pino Pisani, parlamentari nazionali del M5s, nella estesa coalizione a sostegno del governo Draghi, il primo altresì vicepresidente della commissione Trasporti.

La somma stanziata, come riferiscono, ammonta a circa 26 milioni di euro, inserita tra le pieghe del cosiddetto Recovery plan nazionale (o Pnrr), nel capitolo dedicato allo sviluppo della Zona economica speciale (Zes) Sicilia orientale. Tale somma dovrebbe coprire la spesa per la realizzazione di un terzo ponte che unisca l’Isola alla Borgata, secondo uno studio di fattibilità avviato nell’estate del 2018, e che, partendo da un progetto preliminare di dieci anni prima messo a disposizione dalla Marina militare, dovrebbe collegare la darsena di Marinarsen alla zona “Campo Palma“, con doppia funzione militare e civile.

Il progetto di fattibilità tecnico economico è già pronto, adesso c’è anche il finanziamento – riferiscono Ficara e Pisani – Vogliamo dotare la provincia di Siracusa, in questo caso la città di Augusta, di tutte quelle infrastrutture che sino ad oggi non sono state realizzate, nonostante le altre forze politiche abbiano avuto nel recente passato più di una occasione per far crescere le nostre realtà. Da questo punto di vista, sappiamo di poter confidare su di una leale collaborazione anche da parte dell’attuale amministrazione di Augusta”.

L’esigenza di una terza via di collegamento emerse quando amministrava la città la giunta pentastellata guidata da Cettina Di Pietro, alla luce dei rilievi del Genio civile di Siracusa, che hanno palesato le necessità della manutenzione straordinaria di piloni e giunti per il viadotto Federico II (risale allo scorso febbraio l’affidamento dei lavori del primo lotto funzionale per la manutenzione dei primi cinque piloni ammalorati) e della demolizione delle parti in calcestruzzo per l’antico ponte al Rivellino, sul quale si immaginava una futura pedonalizzazione.

I due parlamentari del M5s colgono l’occasione dell’annuncio per intervenire nella polemica tra sei movimenti civici dell’attuale maggioranza a sostegno del sindaco Giuseppe Di Mare e l’Autorità di sistema portuale del mare di Sicilia orientale, che ha visto proprio oggi un ulteriore aggiornamento.

Prova di totale infondatezza delle dichiarazioni falsamente veicolate e che asserivano che l’Autorità di sistema portuale non avesse inserito progetti di sviluppo per il porto internazionale di Augusta – sostengono Ficara e Pisani – Sono, invero, interventi strutturali per la nostra provincia, tra i pochi in Italia inseriti nel Pnrr e rientranti nel piano di potenziamento e sviluppo collegato alle Zes. I circa 26 milioni di euro con cui l’opera è stata interamente finanziata sono un ulteriore segnale, chiaro e forte, dell’attenzione che abbiamo voluto fosse puntata sui nostri territori anche dal governo centrale“.

(Nella foto di repertorio in copertina: il ponte al Rivellino)


La Gazzetta Augustana su facebook

Le Città del Network

 

Copyright © 2023 La Gazzetta Augustana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Cecilia Casole
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2015/2023 PF Editore

In alto