News

Augusta, ammiraglio Pettorino in visita alla Capitaneria di porto. Presto una sede distaccata a Brucoli

AUGUSTA – Visita ufficiale nella sede della Guardia costiera di Augusta, stamani nell’Isola (vedi foto di copertina, ndr), da parte del comandante generale del Corpo delle Capitanerie di porto, l’ammiraglio ispettore capo Giovanni Pettorino, accompagnato dal direttore marittimo della Sicilia orientale, contrammiraglio Giancarlo Russo, Ad accoglierli il comandante della Capitaneria di porto di Augusta, capitano di vascello Antonio Catino.

L’ammiraglio Pettorino ha profuso parole di stima e di apprezzamento per l’opera assicurata dai militari della Guardia costiera di Augusta, “al servizio della collettività marittima del Compartimento e del porto di Augusta“, sottolineando “l’alto valore morale” che permea tale attività, e ringraziando per la “meritoria opera svolta“.

La Guardia costiera di Augusta ha recentemente partecipato da protagonista, dall’1 marzo al 31 marzo scorsi, all’operazione globale ambientale denominata “30 days at sea 3.0”, sotto il coordinamento nazionale del Servizio per la Cooperazione internazionale di polizia del Ministero dell’Interno e con la pianificazione a livello internazionale dell’Interpol. È stata infatti menzionata tra gli “accertamenti più rilevanti” in Italia, a seguito della scoperta del traffico illegale di rifiuti emerso nel porto di Augusta, che ha portato al sequestro da parte della stessa Guardia costiera di complessivamente 11 mila tonnellate di rifiuti metallici destinati alla Turchia.

La visita del comandante generale di stamani ha interessato anche la sede dell’ex Delegazione di spiaggia di Brucoli che, secondo le indicazioni del Comando generale del Corpo, a breve sarà interessata da lavori di ristrutturazione e dalla conseguente apertura di una sede distaccata della Capitaneria di porto, in particolare nel periodo estivo.

Al termine della visita, a cui hanno preso parte il comandante marittimo Sicilia, contrammiraglio Andrea Cottini, e gli ammiragli ispettori in quiescenza Francesco Carpinteri e Angelino Cianci, già comandanti della Capitaneria di Augusta, il comandante Catino ha fatto dono all’ammiraglio Pettorino del crest raffigurante lo stemma della Capitaneria di porto di Augusta, su cui campeggia l’aquila federiciana della città, simbolo del legame tra la Città e il suo porto (vedi foto all’interno, ndr).


In alto