pubblicità elettorale
Cronaca

Augusta, Coronavirus, salgono a 6 i casi positivi. C’è un secondo operatore sanitario

AUGUSTA – Salgono a 6 i casi positivi accertati affetti da Coronavirus nel territorio comunale, di cui due ricoverati al reparto Covid nel vecchio padiglione dell’ospedale “Muscatello” e quattro in isolamento domiciliare sottoposti a sorveglianza sanitaria. I numeri sono stati forniti dal sindaco Cettina Di Pietro, in un videomessaggio divulgato nel tardo pomeriggio di oggi subito dopo alcune indiscrezioni di stampa.

Ieri è risultato positivo un sanitario del reparto di Neurologia, a quanto pare un infermiere, il secondo complessivamente tra il personale del nosocomio augustano dopo l’infermiere del reparto di Medicina (cronologicamente il terzo caso positivo ad Augusta). Tutti gli altri sanitari finora sottoposti a esame del tampone sarebbero risultati negativi.

Sappiate che quotidianamente sono in contatto, dal direttore sanitario ai medici con diversi ruoli all’interno dell’Asp, per avere informazioni. Purtroppo – lamenta il sindaco Di Pietro, in merito all’aggiornamento dei casi positivi e sull’assistenza sanitaria nell’emergenza – continua ad esserci un difetto di informazione, un inseguire le notizie che continuo ad avere prima dalla stampa e poi ufficializzate dall’Asp, ed è una cosa che non va assolutamente bene perché abbiamo avuto cura di attivare una pec dedicata e abbiamo seguito tutti gli adempimenti e le prescrizioni“.

Il Covid center al “Muscatello”, da Piano Covid aziendale, avrebbe dovuto attivare da oggi gli ulteriori 18 posti letto in aggiunta ai 14 già attivi (tutti di degenza ordinaria per pazienti non gravi) dallo scorso 19 marzo. A tal fine, ci sarebbero alcune modifiche rispetto a quanto programmato. Infatti il Covid center dovrebbe spostarsi dal primo al secondo piano del vecchio padiglione, impegnandolo interamente e garantendo un nuovo percorso dedicato. Propedeuticamente, dopo l’accorpamento provvisorio avvenuto un mese fa di Chirurgia all’ospedale di Lentini, i locali dell’ex Chirurgia riconvertiti a Covid center verrebbero nuovamente riconvertiti e sottoposti a sanificazione straordinaria, per trasferire il reparto di Neurologia dal secondo al primo piano.

Questo non è il momento di battaglie, le segnalazioni possono essere fatte – afferma il sindaco Cettina Di Pietro – Le battaglie si faranno nel momento in cui tutto questo sarà finito, perché a me è stato garantito che tutto ritornerà alla normalità, speriamo il prima possibile, e che quello che è previsto dalla rete ospedaliera sarà rispettato. Se ciò non dovesse accadere, e ci sarò ancora io, sarò la prima a battermi insieme a voi“.

Il sindaco ha toccato anche la problematica dei cittadini che si trovano in isolamento domiciliare fiduciario e sono in attesa, dal 2 aprile, della convocazione da parte del Dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Siracusa per l’esecuzione del tampone a quarantena scaduta, a partire dai rientrati in Sicilia dal 14 marzo scorso. Al momento sono stati eseguiti solo un centinaio di tamponi nella tenda pre-triage adiacente al pronto soccorso del “Muscatello” (nella foto di repertorio in copertina).

L’Asp, la scorsa settimana, aveva reso noto che nel caso in cui si abbia la necessità di rientrare al lavoro, è possibile comunicare l’urgenza segnalandola all’indirizzo email siracusacoronavirus@asp.sr.it. Per chi non ha la possibilità di inviare una email, si può telefonare ai numeri 0931 484056-484039 dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 18.


La Gazzetta Augustana su facebook

Le Città del Network

 

Copyright © 2023 La Gazzetta Augustana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Cecilia Casole
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2015/2023 PF Editore

In alto