News

Augusta, firmato protocollo d’intesa sul welfare tra distretto socio-sanitario 47 e sindacati

AUGUSTA – “Con la sigla del protocollo di intesa sul welfare con il Distretto 47, si scrive un’altra importante pagina per la promozione di politiche di sostegno nella nostra provincia. Si consolida la cultura del fare mirando a potenziare il welfare pubblico come strumento funzionale per lo sviluppo economico e sociale”. Questo il commento dei segretari generali di Cgil e Spi Cgil, Cisl e Fnp Cisl, Uil e Uilp Uil Siracusa, rispettivamente Roberto Alosi e Valeria Tranchina, Vera Carasi e Vito Polizzi, Luisella Lionti ed Emanuele Sorrentino, in un comunicato congiunto all’indomani della firma del documento con il sindaco Giuseppe Di Mare, giacché Augusta è comune capofila del distretto socio-sanitario.

È un modello di protocollo importante – aggiungono i sindacalisti – Augusta e Melilli, i due comuni che compongono il Distretto, hanno deliberato formalmente la loro partecipazione al documento condiviso. Lo stesso sindaco Di Mare ha posto la sua firma anche per rappresentare la stessa Direzione generale dell’Asp di Siracusa. C’è grande attenzione e grande consapevolezza sul bisogno di fare insieme e condividere tutte le azioni a tutela delle fasce più deboli per favorire lo sviluppo economico e sociale della provincia“.

Così come deciso negli altri distretti, anche per il 47 sarà istituito un tavolo di lavoro permanente per analizzare gli obiettivi, monitorare le azioni, i processi e valutare i risultati raggiunti. Le Organizzazioni sindacali, confederazioni e pensionati – concludono i sei segretari generali dei sindacati – hanno ribadito che sono nelle condizioni, a pieno titolo, di individuare le priorità del bisogno sociale attraverso una mappatura reale e aggiornata del territorio. Ringraziamo il sindaco di Augusta per avere definito il protocollo siglato come il primo passo importante per un welfare moderno che guardi ai bisogni delle categorie fragili, quali anziani, pensionati, disabili e precari e che faccia della condivisione con le parti sociali un elemento di distinzione“.

Ieri, dalla propria pagina social, il sindaco Giuseppe Di Mare rendeva noto che “nella qualità di presidente del Distretto socio sanitario 47 ho assicurato ai rappresentanti sindacali che questo è solo il primo passo importante per un welfare moderno che guardi ai bisogni delle categorie fragili, quali anziani, pensionati, disabili e precari e che faccia della condivisione con le parti sociali un elemento di distinzione“.

I “tavoli di lavoro” articoleranno le proprie attività in diverse aree tematiche: il piano integrato socio-sanitario provinciale; la disabilità, la fragilità e non autosufficienza della persona anziana; la disponibilità e accesso ai servizi sociali, socio-assistenziali e socio-sanitari; le politiche della casa della famiglia e del sostegno ai meno abbienti; la povertà e l’immigrazione.

Alla firma dell’atto erano presenti anche l’assessore alle Politiche della famiglia, Ombretta Tringali e la responsabile dell’ufficio Politiche sociali, Sebastiana Passanisi.


In alto