Cronaca

Augusta, furti in attività commerciali, misura cautelare in carcere per 35enne

AUGUSTA – Nel pomeriggio di ieri, poliziotti del locale commissariato hanno dato esecuzione alla misura cautelare in carcere, emessa dal Gip di Siracusa su richiesta della Procura aretusea, a carico del trentacinquenne Salvatore Vona. Risulta “gravemente indiziato” in merito a tre “furti aggravati in danno di attività commerciali rispettivamente del 28 gennaio, 1 febbraio e 6 febbraio. La misura cautelare eseguita ieri riguarda anche le ulteriori contestazioni di una effrazione di un immobile in contrada Cozzo Filonero, il 7 febbraio, e di successivi furto e danneggiamento di beni all’interno dello stesso immobile, il 10 febbraio.

I diversi episodi fin qui contestati, che nell’attività d’indagine hanno visto la collaborazione dei poliziotti del commissariato e dei carabinieri di Augusta, sono stati infatti riuniti in un unico procedimento. La misura cautelare è stata eseguita mediante la notifica in carcere, nella casa circondariale di Piazza Lanza, dove l’uomo si trova già ristretto per l’aggravamento di misure cautelari conseguenti a due arresti in flagranza di reato per tentato furto in abitazione il 10 febbraio (da parte della polizia) e il 12 febbraio (da parte dei carabinieri) scorsi.

In merito ai furti in attività commerciali, secondo la ricostruzione degli investigatori del commissariato guidato dal dirigente Guglielmo La Magna, il trentacinquenne, “forzando le finestre di accesso delle attività”, si sarebbe introdotto all’interno dei locali asportando “soldi contanti prelevati dalle casse e beni materiali di consistente valore prelevati all’interno dei locali“. Inoltre, dopo il primo furto in un esercizio commerciale, avrebbe reiterato il furto in danno della stessa attività accedendovi sia il 28 gennaio che il 6 febbraio.

(Foto di copertina: generica)


In alto