News

Augusta, Giornata mondiale dei diritti dell’infanzia, iniziativa al “Corbino” con il Kiwanis

AUGUSTA – Anche ad Augusta si è celebrata oggi la “Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza” per ricordare il giorno (20 novembre) in cui l’assemblea generale delle Nazioni unite adottò, nel 1989, la Convenzione sui diritti dell’infanzia. Cade infatti il trentesimo anniversario di quell’importante atto, e il 2° Istituto comprensivo “Orso Mario Corbino”, guidato dalla dirigente scolastica Maria Giovanna Sergi, ha organizzato, in collaborazione con il Kiwanis club di Augusta, presieduto da Francesco Rattizzato, un’iniziativa di informazione e sensibilizzazione nelle classi.

Sono intervenuti anche la stessa dirigente scolastica e il presidente del club service, a sottolineare, la prima, l’importanza del riconoscimento dei diritti dell’infanzia e, il secondo, le finalità del Kiwanis e i risultati raggiunti grazie a diversi progetti realizzati su scala internazionale anche in collaborazione con l’Unicef.

La tematica è stata trattata in maniera accattivante ed esaustiva dal relatore kiwaniano, Salvatore Cannavà, che, dopo un breve excursus storico, ha guidato i ragazzi in un percorso di approfondimento dei diritti fondamentali, soffermandosi in modo particolare sul diritto all’accoglienza alla nascita, sul diritto alla crescita ed allo sviluppo, sul diritto alla dignità della persona, sul diritto alla salvaguardia del proprio corpo e della propria salute, sul diritto di vivere in un “ambiente” sano, sul diritto allo studio, sul diritto al gioco e al sorriso, sul diritto ad una sana e corretta alimentazione dell’infanzia, per citarne alcuni.

Ha poi trattato la questione dei migranti minori non accompagnati che arrivano in Europa, sostenendo la necessità di prestare loro assistenza prima che diventino preda di organizzazioni criminali: talvolta sono infatti vittime del traffico di organi, della prostituzione minorile, oltre a subire diverse forme di abuso.

inserzioni

I ragazzi hanno partecipato in maniera attiva e dinamica, con interventi pertinenti e formulando domande interessate. All’incontro hanno partecipato anche i rappresentanti di classe della componente genitori, che hanno giudicato positivamente l’attività svolta.


inserzioni inserzioni
In alto