Cronaca

Augusta, latitante 43enne arrestato dalla polizia. Rintracciato nel centro storico

AUGUSTA – È stato arrestato questa mattina, da agenti della Polizia di Stato in servizio al commissariato di Augusta, il quarantatreenne augustano Antonio Milici, condannato dalla Corte di appello di Catania per traffico di droga e latitante dal 4 febbraio del 2016.

Intorno alle 9,30 di stamani, gli agenti del commissariato diretto dal vice questore Giancarlo Consoli (nella foto all’interno), a seguito di mirata e articolata attività di indagine svolta con mezzi tradizionali e tecnici, sono riusciti a rintracciare l’uomo in un appartamento di via Epicarmo e, dopo una breve colluttazione, hanno proceduto all’arresto.

A seguito di perquisizione dei due immobili in uso al Milici tra il centro storico e Brucoli, sono stati rinvenuti documenti contraffatti, una carta di identità e una patente, con i quali si spostava in alcuni Paesi europei (Germania, Svizzera e Francia). Pertanto è stato denunciato per detenzione e uso di documenti contraffatti. Sequestrati anche una parrucca e due binocoli.

Il Milici è destinatario di un ordine per la carcerazione emesso dalla Procura generale di Catania per condanna definitiva per il reato di traffico di stupefacenti (principalmente cocaina) e deve scontare la pena di due anni, sette mesi e dodici giorni di reclusione.

Il quarantatreenne era, altresì, ricercato anche all’estero in quanto si sospettava che per sottrarsi alla pena avesse lasciato il territorio nazionale, motivo per cui c’è stata una collaborazione tra le autorità italiane e l’Europol.

Dopo le formalità di rito, l’uomo è stato tradotto presso il carcere di Brucoli, a disposizione della Procura generale di Catania, che ha emesso il provvedimento restrittivo nel 2016.


getfluence.com
In alto