Politica

Augusta, le donne della Lega si presentano

AUGUSTA – A tre mesi dalla prima uscita pubblica con la Lega – Salvini premier, stamani Massimo Casertano, responsabile del circolo cittadino, nella nuova sede di via Principe Umberto, ha presentato ufficialmente alla stampa le augustane che hanno aderito al partito salviniano, circa venti tra cui diverse professioniste.

Non un gruppo per rappresentare tutele e privilegi della donna in politica, quanto una rappresentanza femminile per testimoniare le proprie capacità. Alla logica social noi vogliamo rispondere con la logica sociale”. Con queste parole, Casertano ha introdotto il motivo della conferenza stampa.

Come in occasione della prima uscita pubblica, è stato affiancato da Fabio Cantarella, responsabile regionale Enti locali per la Lega e assessore al Comune di Catania, e dal responsabile provinciale Leandro Impelluso. “Abbiamo già pensato di organizzare un corso di formazione politica, che partirà dopo l’estate e che presenteremo alla stampa nelle prossime settimane. Pensiamo che i nostri uomini e le nostre donne che si accingono ad essere la classe dirigente debbano essere consapevoli e preparati“, ha annunciato il responsabile del circolo della Lega.

La prima donna a prendere la parola per le neo leghiste è stata Rosy Centamore, insegnante di sostegno nelle scuole medie, che nel 2015 sfiorò l’elezione al consiglio comunale nella lista di Sicilia democratica. “Nel gruppo ci sono donne con diverse competenze e professioni“, ha detto aggiungendo che “cerchiamo donne che hanno una coscienza di genere e un’attenzione al sociale”.

Poi Gilda Emanuele, esperta di neuropsichiatria infantile, ha sostenuto l’importanza di coinvolgere le donne in politica “perché molte donne non si avvicinano alla politica per timidezza e quindi forse per bassa autostima”. “Ci attiveremo per la fasce più deboli della popolazione: disabili, anziani e indigenti”, ha proseguito indicando alcuni temi dell’agenda politica.

Dopo un breve intervento di Amalia Morso, augustana appassionata di politica, per anni impegnata in prima linea nell’attività di volontariato con con la Croce rossa e candidata alle scorse elezioni politiche con il Partito valore umano, è intervenuta la dirigente leghista siracusana Patrizia Rametta, sottolineando che “bisogna essere presenti sul territorio, soprattutto con i gazebo i piazza, che sono fondamentali per fare avvicinare le persone“.

Hanno quindi chiuso la conferenza stampa i due rappresentanti dei vertici provinciali e regionali leghisti, con Impelluso che ha rivolto apprezzamenti al gruppo femminile costituitosi, riconoscendo di “non aver visto una realtà simile, in nessuno dei paesi della provincia di Siracusa“. Infine Cantarella ha affermato che “la Lega ha il pregio di non aspettare Salvini che dice cosa dobbiamo fare, ma Salvini aspetta le nostre proposte“, motivo per cui “dobbiamo essere capaci di fare un programma, infrastrutturale, sul turismo, sul sociale ecc. che identifichi la Lega in Sicilia” e “il circolo di Augusta ha un ruolo fondamentale, perché da qui devono partire le proposte per il territorio e per la Sicilia”.

Nonostante alcune più recenti iniziative politiche in città finalizzate alle elezioni amministrative del 2020, stamani non ci sono state novità in tal senso da parte della dirigenza leghista, di cui diversi sono attivi nel territorio anche attraverso il parallelo movimento civico “Adesso Augusta“.


In alto