Politica

Augusta, Luca Vita eletto segretario cittadino del Pd. C’è subito il nodo del candidato sindaco

AUGUSTA – L’avvocato 43enne Luca Vita (nella foto di repertorio in copertina) è il nuovo segretario cittadino del Partito democratico. È il vincitore decretato ieri dal seggio elettorale allestito nella sede di via Limpetra, nell’ambito della fase congressuale provinciale del partito guidato da Nicola Zingaretti.

Contestualmente all’elezione del neo segretario provinciale, il professore universitario siracusano Salvo Adorno (che ha prevalso sull’avvocato rosolinese Giovanni Giuca), Vita ha avuto la meglio al fotofinish sul sociologo Enzo Cannavò. L’esito dello scrutinio dice 54 a 47, con una massiccia partecipazione di tesserati locali, 102 votanti su 115 aventi diritto al voto (1 scheda bianca).

Naturalmente siamo molto soddisfatti per la straordinaria partecipazione degli iscritti – ci dice il neo segretario cittadino Vita – che ringrazio tutti per aver dimostrato che il Partito democratico augustano è tale nei fatti oltre che nel nome“. “Il congresso, a lungo atteso da tutti gli iscritti e i militanti, è arrivato sicuramente a ridosso di un momento molto delicato per la città – aggiunge – in considerazione delle ormai imminentissime elezioni amministrative“.

Infatti il congresso cittadino del Pd, atteso quasi tre anni e mezzo dalle dimissioni dell’ultimo segretario Giancarlo Triberio (che aderì, con la scissione nazionale dal Pd, ad Articolo uno, di cui è consigliere comunale), arriva a poco più di tre mesi dal voto amministrativo. Inevitabile tirare in ballo le candidature a sindaco che si contenderebbero prevalentemente il campo del centrosinistra: quella resa nota di Pippo Gulino e quella non ancora annunciata di Massimo Carrubba. A maggior ragione perché Luca Vita proviene dall’esperienza civica di “Augusta 2020“, fondata dal consigliere comunale Marco Niciforo, ritenuta lista pilastro della coalizione pro Gulino.

inserzioni

Nei prossimi giorni valuteremo, in sede di direttivo, quale sarà il contributo che il Partito democratico potrà dare in sede di elezioni amministrative – ci risponde il neo segretario del Pd – tenendo conto del brevissimo lasso di tempo a nostra disposizione e dell’opinione di tutti i componenti del Direttivo. Qualsiasi altra presa di posizione, da parte mia, in questo momento costituirebbe una inopportuna fuga in avanti“.

Cautela condivisa anche dalle parole riferiteci da Enzo Cannavò: “Bastano le dichiarazioni del segretario, che rappresenta il partito. È stata una festa e siamo contenti della grande partecipazione che c’è stata“.


scuolaopenday
In alto