News

Augusta, minuto di silenzio in tv “per non dimenticare” il medico augustano Salvo Arena. È stato vittima del Covid

AUGUSTA – Anche l’amministrazione comunale di Augusta ha aderito all’iniziativa mediatica odierna in ricordo del medico endocrinologo augustano Salvo Arena, morto cinque mesi fa in ospedale, all’età di 48 anni, a causa del Covid-19.

L’idea era stata lanciata nei giorni scorsi dalla compagna, l’architetto Elisabetta Papalia, che vive a Siracusa, chiedendo l’adesione di amministrazioni comunali e ordini professionali dei medici e degli architetti. “Per non dimenticare” il titolo, prevedendo alle ore 12,15 di oggi un minuto di raccoglimento per il compianto Arena, grazie alla collaborazione del gruppo editoriale siracusano “Fm Italia”, non solo in diretta radiofonica ma anche tv sul canale 872 del digitale terrestre.

Cari amici – ha scritto stamani Elisabetta Papalia sul proprio profilo social – cinque mesi fa veniva a mancare il mio compagno, Salvo Arena, dirigente medico del reparto di endocrinologia presso l’Ospedale Umberto Primo di Siracusa, spentosi nel fiore degli anni, dopo aver contratto il Covid-19 durante l’espletamento della propria attività professionale, permeata da spirito di sacrificio e abnegazione verso il prossimo. Chiedo un minuto di raccoglimento per ricordare il mio amato Salvo, e tutte le vittime del Covid-19, con la speranza che questa pandemia cessi al più presto“.

Aderiamo con convinzione – aveva dichiarato la scorsa settimana il sindaco di Siracusa, Francesco Italia perché, mentre siamo ancora nel pieno dell’emergenza sanitaria, dobbiamo coltivare la memoria di quanti ne sono stati vittime, soprattutto se, come i medici, si sono sacrificati a causa del loro lavoro. Ancora di più dobbiamo farlo adesso, perché la prospettiva che si apre con il vaccino ormai imminente non ci deve fare dimenticare che davanti a noi abbiamo ancora moltissimi mesi di difficoltà e che non dobbiamo abbassare le guardia”.

Nell’annunciare stamani l’adesione all’iniziativa, il sindaco di Augusta, Giuseppe Di Mare ha fatto sapere: “Siamo in stretto contatto con la famiglia del medico augustano, con il fratello Massimiliano con cui avevamo concordato e programmato una serie di altri eventi, tra cui una borsa di studio in suo nome che realizzeremo nei prossimi mesi. Il sacrificio di Salvatore, medico serio e perbene, deve farci capire soprattutto in questo periodo natalizio che dobbiamo essere attenti e vigili. Siamo ancora nel pieno dell’emergenza sanitaria ed i nostri comportamenti devono essere anche rispettosi di chi, come il nostro dr. Arena, ha dato la vita per la propria comunità, non risparmiandosi per la cura dei pazienti. Ringrazio la famiglia Arena per la disponibilità e la sensibilità mostrata per la voglia di far crescere nella popolazione la sensibilità e la consapevolezza del difficile momento che viviamo”.


In alto