News

Augusta, precari comunali, Funzione pubblica Cisl: “Su stabilizzazione non ci sono più alibi”

AUGUSTA – “Sulla stabilizzazione dei dipendenti comunali di Augusta, non ci sono più alibi, né scuse, tra politica e dirigenti del Comune augustano. Entro fine dicembre occorre l’approvazione del bilancio consuntivo 2018, evitando di perdere un’opportunità che penalizzerebbe i lavoratori”. A sollecitare un deciso cambio di passo alla giunta comunale e ai dirigenti è il segretario generale della Funzione pubblica della Cisl di Ragusa e Siracusa, Daniele Passanisi.

Chiediamo una presa di responsabilità reale ed immediata da parte della politica e dei dirigenti del Comune di Augusta – aggiunge Passanisi – Il gioco a rimpiattino come lo scarico di responsabilità tra sindaco e giunta da una parte e i dirigenti comunali dall’altra non ci interessano. Quello che conta adesso sono i fatti concreti: la stabilizzazione dei dipendenti comunali. Un traguardo che perdura da anni, bloccato però dalla mancata approvazione del bilancio consuntivo comunale del 2018. Teniamo a precisare che se entro la fine di quest’anno non si dovesse giungere al via libera dello strumento finanziario dell’Ente, si perderà un’occasione unica per approdare alla tanto agognata stabilizzazione dei precari del Comune che continuano con professionalità e senso di responsabilità vera, loro sì, la propria attività ogni giorno a servizio dell’utenza cittadina”.

Il segretario generale della Fp Cisl di Ragusa e Siracusa, Passanisi parla senza mezzi termini di “dovere istituzionale che dovrebbe muovere la politica e gli stessi dirigenti comunali”. “Purtroppo – conclude – ad oggi nessuna risposta concreta, nonostante le nostre numerose sollecitazioni, nonostante le promesse che sentiamo ripeterci da troppo tempo, fino all’ultimo impegno preso lo scorso giugno. Inconcepibile che a fine novembre l’Amministrazione non sia riuscita a chiudere il bilancio consuntivo 2018 giocando sulla pelle dei lavoratori. Al Comune di Augusta diciamo, quindi, di prendere esempio dal Comune di Sortino, dove al termine di un percorso di confronto nell’interesse del futuro dei dipendenti comunali si è giunti alla loro stabilizzazione, dimostrando in questo modo che il dialogo, la condivisione di percorsi e gli impegni presi possono realmente essere garanzia per la crescita dell’intera comunità”.


inserzioni inserzioni
In alto