News

Augusta, presentato in città libro su Paul Harris, fondatore del Rotary

AUGUSTA – Su iniziativa del Rotary club di Augusta, presieduto da Antonio Roggio, lo scorso venerdì sera in un noto locale cittadino, è stato presentato il libro “Harris, il fondatore del Rotary”, presente l’autore, il piazzese Francesco Paolo Orlando.

L’autore, past presidente del Rotary di Piazza Armerina, ha relazionato sul suo libro, con passione e una grande ricchezza di aneddoti, anche inediti, sulla vita di Harris, avvocato vissuto a Chicago a cavallo tra Ottocento e Novecento. Particolarmente significativa è stata la rievocazione, con alcuni soci del club, del gesto che ha sancito il primo sodalizio tra i fondatori del Rotary International, che dal lontano 1905 è cresciuto fino ad essere presente in quasi tutte le nazioni del mondo con oltre 33 mila club e più di 1 milioni 200 mila soci.

La pubblicazione è stata realizzata dal “Casa”, il “Centro armerino studi amministrativi” di Piazza Armerina. Non ha scopo si lucro, non è in vendita ed eventuali offerte saranno devolute alla “Rotary Foundation”, fondazione che con il progetto trentennale “Polio plus” mira all’eradicazione della poliomelite nel mondo.

La massiccia partecipazione – ha sottolineato Orlando a commento della presentazione augustana del libro – ha lusingato le mie aspettative ed ha prodotto in me una  particolare ed essenziale carica necessaria al proseguimento del “Tour di presentazione” in conformità all’amicizia che contraddistingue tutti i rotariani del mondo“.

La serata ha visto anche la presenza della presidente incoming del Rotaract club, la giovane Paola Baio, che ha raccontato la sua esperienza al Ryla (Rotary youth leadership awards), il programma di formazione delle nuove generazioni rotariane, e la consegna finale da parte di Francesco Messina, socio del club e referente Telethon per Augusta, degli attestati di riconoscimento per l’importante lavoro svolto dai tre club cittadini Rotary, Rotaract e Interact (questi ultimi i due club giovanili) in occasione della campagna di raccolta fondi dello scorso Natale, con la tradizionale vendita dei “cuori di cioccolato”.


In alto