Cronaca

Augusta, scatta allarme braccialetto elettronico: per 44enne aggravamento di misura cautelare

AUGUSTA – Nei giorni scorsi i carabinieri dell’aliquota radiomobile hanno arrestato un 44enne augustano poiché, sebbene sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico, avrebbe violato le prescrizioni imposte.

L’autorità giudiziaria di Siracusa ha quindi deciso l’aggravamento della misura, revocando i domiciliari e disponendo la custodia cautelare nel carcere di Cavadonna.

Secondo quanto reso noto dai carabinieri, i militari, allertati dalla centrale operativa della compagnia poiché era scattato l’allarme del braccialetto elettronico, si sono recati presso l’abitazione dell’uomo dove, nonostante avessero suonato ripetutamente al citofono per poi bussare insistentemente alla porta dell’abitazione, non ricevevano alcuna risposta.

Ritornati poco dopo, i carabinieri lo hanno trovato all’interno dell’appartamento. L’uomo avrebbe giustificato la precedente assenza sostenendo di non aver sentito né il citofono né la porta poiché stava dormendo.

(Foto di copertina: generica)


In alto