News

Augusta, Solar system tour, liceali del “Megara” sfiorano il podio

AUGUSTA – Podio mancato d’un soffio per la squadra del Liceo scientifico del “Megara”, costituita da Alessandro Callari e Marika Patania della 5ªB, Arianna Catanzaro e Chiara Pulvirenti della 4ªC, alla gara di cultura astronomica del “Solar system tour“, disputatasi online lo scorso 27 novembre e organizzata dall’Inaf – Osservatorio astrofisico di Catania, in coincidenza con la celebrazione della “Notte europea dei ricercatori”.

inserzioni

Alla manifestazione, giunta alla sua dodicesima edizione, hanno partecipato nove scuole secondarie di secondo grado siciliane, di cui solo due della provincia di Siracusa, il Liceo “Megara” di Augusta appunto e il Liceo “Vittorini” di Lentini. La squadra del “Megara”, coordinata dalla docente di Scienze naturali, Sandra Amara, che ha guidato i ragazzi in sinergia con la collega di Matematica e Fisica Anna Lucia Daniele, è riuscita a raggiungere il quarto posto in classifica, superata solo da tre scuole di Catania, che comunque vantano una maggiore esperienza nella specifica competizione.

La gara consisteva nel rispondere correttamente e, soprattutto, nel più breve tempo possibile, a trenta insidiose domande a risposta multipla incentrate sul sistema solare, presentate per mezzo del software Kahoot. Ciascun componente della squadra ha partecipato singolarmente da casa col proprio dispositivo elettronico. Ad ogni risposta esatta è stato assegnato un punteggio sulla base della velocità di risposta. La classifica finale è stata poi stilata sommando i punti assegnati ai quattro componenti.

Possiamo ritenerci soddisfatti per il risultato di tutto rispetto ottenuto dai nostri ragazzi – riferiscono in una nota congiunta le due docenti Amara e Daniele, insieme al dirigente scolastico Renato Santoro – soprattutto considerando che il nostro Liceo è solo al suo secondo anno di partecipazione alla gara e ribadire quanto sottolineato dal direttore dell’Osservatorio astrofisico di Catania dott.ssa Isabella Pagano: i partecipanti hanno potuto “viaggiare” idealmente nel nostro sistema solare, oggetto di studio sin dai tempi degli antichi Greci che “miravano le stelle” meglio ancora di noi, in assenza delle luci delle nostre città moderne“.


archeoclubmegarahyblaea
In alto