News

Augusta, sperimentato itinerario “Marilighea”: dalla Porta spagnola al Mulinello attraverso il parco dell’Hangar

AUGUSTA – Si è svolta ieri, di domenica, nell’ultimo giorno in “zona gialla” regionale, la prima di una serie di escursioni chiamate “Fuoriporta… scopri la tua natura!” organizzate dall’associazione “Marilighea” di Augusta. “Dalla Porta spagnola al fiume Mulinello” è il titolo di questo primo itinerario, parte di un progetto in fase di studio curato dal presidente del sodalizio Luca Di Giacomo, dottore in Storia e conservazione dei beni architettonici ed ambientali e guida ambientale escursionistica Aigae. Tale progetto “punta alla promozione di una fruizione “slow” di Augusta – si legge nella nota dell’associazione – e alla riscoperta di luoghi, elementi e storie dimenticati o sconosciuti del nostro territorio” e, una volta ultimato, “sarà presentato all’amministrazione comunale”.

Marilighea ha reso possibile il percorso di 15 chilometri attraverso attività sul campo, con l’analisi cartografica e la sistemazione logistica di alcuni passaggi, oltre alle pratiche burocratiche per il transito all’interno del Parco dell’Hangar, in merito a cui “si tiene a ringraziare l’Agenzia del Demanio sede di Catania per la solerzia e la sensibilità dimostrate verso l’attività“. L’itinerario ha attraversato aree ed elementi di importanza naturalistica e storica, come le zone umide Sic (Sito di interesse comunitario) e Zps (Zona di protezione speciale) delle Saline Migneco-Lavaggi ed Arcovia, l’ex idroscalo e il parco dell’Hangar, le Saline Pilieri e Costanzo presso la foce del Mulinello e il sito archeologico di Cozzo del Monaco incluso all’interno del Parco suburbano del Mulinello, mai reso fruibile dalle istituzioni preposte.

Fruire questi luoghi – spiega Di Giacomo – ha svariati obiettivi tra cui favorire le attività all’aria aperta e dunque innalzare la qualità della vita, conoscere e riappropriarsi di siti del tutto ignorati, ma anche fare da deterrente a chi li identifica spesso, proprio per la loro amenità, come idonei a farne discarica di ogni tipo di materiali“.

Significativo il “tutto esaurito” registrato già dopo un paio di giorni dalla pubblicazione dell’evento – sottolinea il presidente di Marilighea – a dimostrazione del manifesto interesse dei cittadini verso la conoscenza del loro posto e le attività all’aria aperta. Al gruppo, costituito soprattutto da augustanesi ma anche da catanesi, si sono uniti l’assessore al turismo Ombretta Tringali e il consigliere comunale Andrea Lombardo“.

A beneficio dei lettori, ricordiamo che l’escursionismo, nelle successive misure governative di contenimento sanitario, viene ricompreso nella macro categoria del “trekking” ed è consentito sia in “zona gialla”, abolita dal decreto-legge del 13 marzo, che in “zona arancione“, con la limitazione in quest’ultimo caso, che da oggi riguarda la Sicilia, del divieto di spostamento tra comuni.


In alto