News

Covid, sospensione vaccino Astrazeneca. Asp Siracusa: “Invitiamo cittadini prenotati a non presentarsi”

AUGUSTA – “A seguito della sospensione temporanea in via precauzionale del vaccino Astrazeneca su tutto il territorio nazionale da parte dell’Aifa, l’Asp di Siracusa invita i cittadini già prenotati a non presentarsi da domani 16 marzo 2021 all’appuntamento nei Centri vaccinali del territorio siracusano sino a nuove disposizioni“. Così in un comunicato delle ore 19 l’Azienda sanitaria provinciale.

Secondo quanto reso noto dall’Asp, Poste italiane sta provvedendo a informare della disdetta i cittadini prenotati per Astrazeneca a mezzo sms. La campagna vaccinale prosegue invece regolarmente per la categoria over 80, per la quale sono attualmente previsti i vaccini anti-Covid prodotti da Pfizer e Moderna.

L’Aifa ha deciso di estendere in via del tutto precauzionale e temporanea, in attesa dei pronunciamenti dell’Ema, il divieto di utilizzo del vaccino Astrazeneca Covid19 su tutto il territorio nazionale. Tale decisione è stata assunta in linea con analoghi provvedimenti adottati da altri Paese europei – questo il comunicato ufficiale dell’Agenzia italiana del farmaco, nel pomeriggio di oggi – Ulteriori approfondimenti sono attualmente in corso. L’Aifa, in coordinamento con Ema e gli altri Paesi europei, valuterà congiuntamente tutti gli eventi che sono stati segnalati a seguito della vaccinazione“.

In Sicilia, dove diverse procure indagano su almeno tre casi sospetti di decessi in seguito alla somministrazione del vaccino Astrazeneca, la decisione dell’Aifa (Agenzia italiana del farmaco) di sospendere il farmaco su tutto il territorio nazionale in attesa dei pronunciamenti dell’Ema (Agenzia europea per i medicinali) è stata anticipata negli scorsi giorni da settemila cancellazioni (su 123 mila prenotazioni).

Stamani gli ispettori del ministero della Salute si sono recati all’ospedale “Umberto I” di Siracusa, poi attesi nella base militare di Augusta, nell’ambito degli accertamenti sul caso di Stefano Paternò, il sottufficiale in servizio a Marinarsen, deceduto in casa a Misterbianco (Catania) circa quindici ore dopo la somministrazione, nel punto vaccinale della Marina militare, della prima dose del vaccino Astrazeneca.

Sulla sospensione nazionale del vaccino Astrazeneca, interviene nel pomeriggio il presidente della Regione, Nello Musumeci: “A questo punto, noi per primi attendiamo risposte dalle autorità sanitarie europee e nazionali. Tutti i nostri hub vaccinali, approntati per garantire migliaia di somministrazioni giornaliere, sono pronti alla riconversione delle dosi Astrazeneca bloccate, doverosamente, con altri vaccini. I siciliani hanno diritto a veder tutelata la loro salute!“. “Nessuna polemica – aggiunge Musumeci – ma al governo nazionale chiedo di aiutare chi è sul territorio a spiegare ai cittadini come comportarsi. Non si può mettere in discussione la campagna vaccinale“.

(Foto di copertina: generica)


In alto