Politica

Aviello denuncia la “vergogna” del cimitero comunale

AUGUSTA – Si moltiplicano le interrogazioni consiliari sulla gestione del cimitero comunale di Augusta, che denunciano condizioni di degrado e di incuria. A due mesi dall’intervento dei consiglieri comunali di “Attiva-mente” Tribulato e Pasqua, invia una segnalazione fotografica accompagnata da una nota stampa il consigliere di opposizione Salvo Aviello.

Quando il grande Totò scrisse “‘A livella”, non poteva immaginare l’indecoroso stato nel quale oggi versa il cimitero di Augusta“, esordisce Aviello. Prosegue: “Chiunque abbia avuto l’occasione di far visita ad un proprio caro estinto, si è imbattuto nella vergogna di uno scenario di semi-abbandono dei viottoli che corrono su gran parte dell’area cimiteriale“.

Descrive la situazione, come si evince dalla stessa segnalazione fotografica inviata alla stampa: “Erbacce d’ogni tipo, rovi spinosi ostruiscono il passaggio e l’accesso alle tombe. Nella zona più antica e monumentale l’abbandono è pressoché totale“.

Il consigliere Aviello riferisce di aver ricevuto nei giorni scorsi numerose lamentele da parte di cittadini augustani impossibilitati a pregare accanto alle tombe dei propri cari estinti, segnalazioni a cui ha inteso dar seguito: “Ho provveduto a protocollare un’interrogazione al Sindaco ed alla Giunta, dove chiedo quali siano i motivi e le responsabilità di tale degrado, quali iniziative non estemporanee questa Amministrazione progetta di intraprendere per rendere questo sito, un luogo civile e decoroso“.


nuovaacropoli nuovaacropoli
In alto