Sport

Calcio, Promozione, goleada del Megara contro lo Scicli. Attesa per il derby col Siracusa

AUGUSTA – Un Megara Augusta cinico e spietato quello sceso in campo sabato pomeriggio al Megarello, costretto a difendere il secondo posto dalle pretendenti Siracusa e Caltagirone e a rimanere alla distanza di sicurezza dalla prima in classifica Pozzallo, a +4 dai megaresi.

Ai neroverdi di mister Di Maria basta già la prima frazione di gioco per chiudere i conti e mettere a segno le prime 4 reti delle 7 totali subite dai malcapitati rivali dell’Atletico Scicli. Gloria per tutti, soprattutto per i componenti del reparto offensivo, vedi la doppietta di Di Mauro e Carbonaro, con Alfò bravo ad aprire le danze dopo appena 45 secondi dal fischio d’inizio.

Grandi meriti anche per una difesa ed un centrocampo impeccabile, per una squadra che dimostra ancora una volta grande solidità difensiva e affidabilità tattica. Da segnalare la rete all’esordio del giovane attaccante neroverde Gabriele Ferraguto (classe 2002).

Ottimi segnali quindi per mister Di Maria in vista del “big match” di sabato prossimo, che vedrà i neroverdi scendere in campo al Megarello contro un ambizioso Siracusa Calcio.

  • Personaggio neroverde della settimana
inserzioni

Tra i protagonisti della gara contro gli sciclitani di sabato scorso Andrea La Ferla (nella foto di copertina), che ci rivela le motivazioni del suo ritorno in neroverde: “Sono tornato al Megara per vincere. Ho sposato il progetto quando ho capito che il patron Coppola, il presidente Ferreri, il direttore generale Francica e il direttore sportivo D’Augusta volevano riportare il Megara in alto. Il Megara è la squadra della mia città e cerco di onorare al meglio il colori di questa maglia. Ho scelto il Megara anche perché prima di scegliere giocatori, sono stati scelti degli uomini“.

La Ferla fa un’analisi della situazione attuale, individuale e di squadra: “Finalmente sono tornato in campo, dopo un infortunio che mi ha costretto per due mesi a disertare in campi di gioco.
Abbiamo una rosa ben attrezzata in tutti i reparti e sono sicuro che diremo la nostra in questo campionato. In settimana prepareremo la partita col Siracusa al meglio. Gli aretusei in questo momento occupano il terzo posto, un punto dietro di noi. Cercheremo in tutti modi di vincere, perché ritengo che abbiamo i mezzi e le potenzialità per poterli battere e stare più in alto possibile. Continueremo a lottare fino alla fine del campionato e sono sicuro che faremo bene“.

Infine, lancia un messaggio di compattezza: “Volevo fare un elogio particolare alla società e a tutti i miei compagni, a tutto lo staff tecnico, dai massaggiatori ai magazzinieri che non ci fanno mancare mai niente. Siamo una grande famiglia che vuole riportare in alto la squadra e la città che rappresentiamo”.

Sebastiano Salemi


inserzioni inserzioni
In alto