Sport

Calcio, Promozione, il Megara supera di rigore l’Ispica e resta al comando. Di Maria “chiama” città e tifosi

AUGUSTA – Il Megara grazie ad un rigore trasformato dal bomber Di Mauro e agli strepitosi interventi di Cirnigliaro, conquista 3 importantissimi punti che gli consentono di rimanere solitaria al comando della classifica del girone. L’Ispica, che è stata l’unica formazione ad aver battuto i neroverdi in questa stagione, ha confermato di essere un’ottima squadra che lotta pallone su pallone, difficile ed insidiosa da affrontare per chiunque.

Sabato al “Megarello”, la squadra del presidente Roy Ferreri e del patron Elio Coppola ha avuto il merito di crederci sino in fondo e, con umiltà e la giusta grinta, è riuscita a prevalere raggiungendo quota 43 punti. Siracusa e Pozzallo, entrambe vincenti, inseguono rispettivamente a due e tre lunghezze di distanza.

Vittoria dedicata al nostro leader e bomber Nino Carbonaro – commenta soddisfatto per il risultato a fine gara mister Alessandro Di Maria (nella foto di repertorio in copertina, a sinistra) – Il Megara, se ancora ce ne fosse bisogno, dimostra di meritare di giocarsi il campionato con Siracusa, Pozzallo e la rivelazione Caltagirone, che merita anche lei di giocarsi le proprie chance di promozione diretta. Non era facile contro la Virtus Ispica, ben messa in campo come sempre da Saro Monaca, ma i ragazzi hanno avuto la pazienza di saper aspettare un momento di flessione dell’avversario“. 

Credo sia giunto il momento che la città di Augusta si stringa intorno a questi ragazzi e alla società – aggiunge l’allenatore – che stanno facendo enormi sacrifici per riportare il Megara dove merita. Da anni il Megara non aveva una squadra ai vertici del calcio dilettantistico siciliano ed è giunta l’ora che i tifosi augustani tirino fuori l’orgoglio e la passione che li ha sempre contraddistinti. La maglia neroverde in passato ha scritto la storia del calcio siciliano ed Augusta oggi ha un gruppo di ragazzi che dimostra grande attaccamento alla maglia e che merita di essere spinto verso un prestigioso traguardo”.

inserzioni

Anche il direttore sportivo Gaetano D’Augusta interviene a margine del match: “Gara importantissima che dimostra solidità e tanta voglia di vincere! Questo gruppo nelle difficoltà si esalta e anche gli under ci stanno dando una grossa mano nelle emergenze, dimostrando tanta maturità. La vittoria di oggi è dedicata al nostro fratello Nino Carbonaro, che nonostante tutto è sempre lì ad aiutarci ed incoraggiarci. Proveremo a tener duro, fino al suo ritorno siamo lì. E siamo fieri della maglia che indossiamo e del gruppo di uomini che lotta e combatte per questi colori”.

Sebastiano Salemi


scuolaopenday
In alto