Archivio

La luce crepuscolare di Augusta negli scatti di Milo Micieli

milo-micieli-fotografo-augustaAUGUSTA – Si è svolta ieri sera l’inaugurazione della mostra fotografica dell’augustano Milo Micieli, uno dei soci fondatori dell’Apf, ovvero Augusta photo freelance, l’associazione di fotografi non professionisti che si riuniscono nella sala “Guido Maddaleni” ubicata in un vicolo della via Colombo, a ridosso della villa comunale.

Soci dell’Apf, amici ed estimatori hanno apprezzato il tema delle foto di Micieli, innamorato della luce crepuscolare che illumina Augusta al mattino e alla sera. Infatti, la parola “crepuscolo” indica sia la luce prima del sorgere del sole che quella poco dopo il tramonto, una luce particolare, dunque, che non riscalda ma illumina appena uomini e cose. Micieli ha preferito espungere gli uomini dal suo obiettivo, che riprende solo squarci di Augusta come in un’atmosfera onirica, quasi a voler esorcizzare il male che alberga nelle persone o a cancellare il “brutto” a cui si assiste quotidianamente e contro il quale ci si vorrebbe scagliare.

Il titolo della mostra riprende il tema della luce, visto come filtro poetico per esprimere le personali emozioni. Infatti, la mostra ha per titolo “Fra luce e poesia. Le mie emozioni“. Emozioni espresse da Micieli anche attraverso il viso e i gesti la sera dell’inaugurazione e che i visitatori riescono a percepire osservando le foto. Per appassionati e curiosi sarà possibile visitare la mostra fino a domenica 11 ottobre.

Cecilia Casole


inserzioni inserzioni
In alto