Blog

La stanza viola / Parole

LA STANZA VIOLA di Elisabetta Ternullo

Dimmi tu

per quanto tempo, il tempo,

viaggiando frenetico,

inserzioni

ti lascerà fuori dalla mia porta,

inconsapevole

della stanza viola

di questi sogni miserevoli.

Dimmi se poi,

anche spianando la distanza

e ritrovando ogni traccia,

riconoscerei l’odore

e i battiti affamati

come se il tempo, nel frattempo,

non m’avesse strappato le ali

col continuo ticchettio vuoto

del niente nel niente.

PAROLE di Marcella Di Grande

Ogni tua parola mi accarezza piano, dalle tempie in giù, fino all’ultimo istante di me, come fosse una mano, lenta e decisa, che conosce e vuole conoscere ancora.

Amo queste tue mani perché di loro sento la dignità di chi sa quando, la sensibilità di chi sa dove e l’esperienza di chi sa come.

(Foto in evidenza: Rina Spinali)

Il Blog di poesia e prosa Le Ali di Icaro a cura di Elisabetta Ternullo e Marcella Di Grande per La Gazzetta Augustana.it


scuolaopenday
In alto