Archivio

La storica associazione “Shloq” cambia casa e riparte

centro-shloq-association-salvo-tempio-augustaAUGUSTA – Si apre una nuova stagione di attività culturali e musicali per la storica associazione augustana “Shloq association”, in una nuova sede e sotto l’esperta direzione del maestro Salvo Tempio, sassofonista jazz di lungo corso.

Tempio, augustano con profonde radici nella propria Città, data anche l’esperienza di direttore della Banda musicale “Giuseppe Passanisi” di Augusta, può vantare, dopo il diploma in musica jazz conseguito presso il Conservatorio “Francesco Cilea” di Reggio Calabria, importanti collaborazioni musicali. Ha all’attivo tournée in Europa e negli Stati Uniti e l’attività concertistica, in parte legata all’Orchestra Jazz del Mediterraneo di Catania, gli ha consentito di suonare con dei grandi della scena internazionale, tra i quali Bob Mintzer, Maria Schneider, Enrico Intra, Flavio Boltro e Pietro Tonolo.

L’associazione diretta da Tempio promuove ad Augusta la cultura musicale da oltre un decennio, esattamente dal 2004, anno del primo concerto degli allievi di musica classica e moderna svoltosi presso il Teatro comunale. Tra le iniziative di rilievo, oltre a mostre fotografiche e concerti itineranti di musica moderna, eventi patrocinati dalla ex Provincia, si ricordano le sinergie create con altre associazioni del territorio.

Come quando nel 2009, insieme alle associazioni “Marilighea”, “Natura sicula” e “Fata Morgana”, riuscì a presentare alla cittadinanza attraverso un partecipato convegno un progetto di riuso e valorizzazione dell’ex convento di San Domenico di Augusta. Tra le produzioni più recenti, invece, l’audio di una rielaborazione dello “Stabat Mater – anonimu”, canto tradizionale della Settimana Santa augustana, rito religioso a cui è legato anche il video musicale edito quest’anno “A Matri Addulurata”.

inserzioni

Nel segno del rinnovamento, la sede chiamata “Centro Shloq” cambia ubicazione e volto, pur rimanendo nel centro storico. Come ci spiega il direttore Salvo Tempio, “sarà in versione “Live”, con un nuovo look, un nuovo design ma soprattutto nuovi obiettivi“. Infatti, mentre proseguiranno le attività di formazione artistica, la nuova stagione prevede una maggiore cura degli aspetti connessi allo spettacolo, con “l’open space art della nuova sede, all’interno del quale saranno protagonisti non solo la musica dal vivo ma anche performance teatrali e le arti figurative come pittura, fotografia e video“.

 


inserzioni inserzioni
In alto