Cronaca

Nuove minacce di morte alla compagna, quarantenne augustano finisce in carcere

AUGUSTA – Domenica notte, si è richiesto l’intervento dei carabinieri del nucleo Radiomobile della Compagnia di Augusta per sedare una lite tra una coppia, a meno di una settimana dall’ultima oggetto di intervento. Questa volta i militari hanno tratto in arresto il quarantenne B.F. (di cui rendono note le iniziali), originario di Catania ma da tempo residente in città, nella flagranza dei reati di maltrattamenti in famiglia e minaccia aggravata.

A nulla è servito il provvedimento di allontanamento urgente dalla casa familiare con il divieto di avvicinarsi ai luoghi abitualmente frequentati dalla sua compagna, applicato dagli stessi militari la sera del 15 marzo, allorquando l’uomo, al culmine di una furibonda lite avuta con la propria convivente, l’avrebbe minacciata di morte, incendiandole, al contempo, sulla pubblica via vari capi di abbigliamento.

L’uomo, tuttavia, nonostante le restrittive prescrizioni impostegli da quel provvedimento, nella notte di domenica, avrebbe reiterato le intimidazioni e violenze nei confronti della convivente, minacciandola di morte con un coltello a serramanico nei pressi di un bar cittadino.

Questa volta però la grave condotta attuata dall’uomo è stata punita con provvedimenti più afflittivi. Infatti, il B.F., dopo essere stato disarmato dai militari del nucleo Radiomobile, prontamente giunti sul posto, una volta espletate le prescritte formalità di rito, è stato tradotto nel carcere di Cavadonna, come disposto dall’Autorità giudiziaria.

inserzioni

(Foto in evidenza: repertorio)


scuolaopenday
In alto