News

Nuovo progetto di “Genitori e figli”: pedane sopraelevate per attraversamenti pedonali degli istituti comprensivi

AUGUSTA – Questo sabato mattina Antonio Caruso, presidente dell’associazione “Genitori e figli – Unitevi a noi”, alla presenza di diversi soci, ha ufficializzato alla stampa il nuovo progetto inerente alla sicurezza stradale, che l’associazione persegue fin dalla sua costituzione: una raccolta fondi per la realizzazione di quattro pedane sopraelevate, “deterrenti della velocità“, da destinare per la messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali a ridosso delle scuole cittadine, con una spesa preventivata di circa 20 mila euro. Si tratta di un progetto biennale, denominato “Insieme si può: la sicurezza… fa strada!”, da proporre in occasione delle festività pasquali e natalizie, rivolto ai quattro istituti comprensivi, “Domenico Costa”, “Salvatore Todaro”, “Principe di Napoli” e “Orso Mario Corbino”, dove è già stata avviata la distribuzione delle uova di Pasqua al prezzo di 6 euro ciascuna.

Già lo scorso anno l’associazione “Genitori e figli”, insieme alla compagnia “Officina teatrale”, aveva raccolto i fondi per l’acquisto di un passaggio pedonale in gomma, al costo di circa 8 mila euro, per la messa in sicurezza del tristemente noto attraversamento pedonale di corso Sicilia. L’iter per la donazione al Comune era stato portato a termine ma, secondo quanto riferito dai promotori, la pedana si trova dallo scorso dicembre nel locali della ex Plastjonica, in attesa di essere collocata sul posto.

Bisogna veicolare un messaggio di educazione civica e di rispetto per gli altri: solo così i nostri figli potranno crescere coscienziosi e con un alto senso civico”, ha detto Caruso, che ha anche denunciato la situazione di “illegalità sovrana” in diverse arterie stradali del territorio augustano, in cui a suo dire vige il fenomeno del “parcheggio selvaggio, facendo riferimento anche al vizio diffuso della doppia fila, con conseguenti intoppi alla circolazione e rischi per i pedoni.

Entro Natale l’associazione si augura di poter raggiungere un incasso tale da procedere all’acquisizione delle prime due pedane da donare ai primi due istituti, scelti sulla base di un sorteggio, per proseguire l’anno successivo con il completamento del progetto a favore delle ulteriori due scuole rimanenti.


scuolaopenday
In alto