Archivio

Oltre la danza, il favoloso mondo di Danila Patania (atto II)

oltre-la-danza-augusta-danila-pataniaAUGUSTA – Abbiamo intervistato la ballerina e coreografa augustana Danila Patania, chiedendole di aprirci il suo mondo, retto da passione, pura arte e quotidiana dedizione.

(SEGUE) …E poi ci sono coreografie di contemporanea, come una in particolare che abbiamo realizzato, davvero struggente, che è “La baronessa di Carini”.

Come si entra a far parte del gruppo di “Oltre la danza”?

Si accede esclusivamente tramite gavetta. Sono necessari due o tre anni di allenamento a livello amatoriale per accedere successivamente ai test attitudinali. Poi chi merita entra nel gruppo di “Oltre la danza”, iniziando con piccoli ruoli. Non si regala niente a nessuno. Se non si è bravi, ahimè, si torna a casa. È un’arte, non una disciplina sportiva. Ci vuole talento e predisposizione fisica. Sono molto selettiva.

inserzioni

oltre-la-danza-3Ci sarebbe un’eta consigliata per avvicinarsi a quest’arte?

Richiedono l’iscrizione giovanissimi di tutte le età, anche bambini, per i quali prevedo un corso propedeutico che inizia a ottobre. Personalmente, ritengo che l’età giusta per potere iniziare sia quella tra i sette e gli otto anni. Perché prima di quell’età non si possono eseguire certi movimenti con il corpo e si potrebbero avere difficoltà a imparare celermente i termini inglesi usati per indicare i passi di danza moderna.

Quali sono i principi del tuo metodo di lavoro?

Rigore e disciplina stanno alla base della danza. La danza insegna a stare al mondo, insegna a camminare sul marciapiede, e, come dico sempre al mio gruppo, forse un giorno rinunceranno e torneranno a casa, ma io avrò la consapevolezza di avergli insegnato la giusta postura per camminare e quindi per stare al mondo senza invadere lo spazio altrui. La danza insegna a rispettare il tuo spazio e a rispettare quello degli altri, intendo il rispetto della libertà propria e altrui, perché la danza è una grande maestra di vita. Sono molto rigorosa, e nonostante ciò ricevo dalle mie allieve tanti ringraziamenti, che puntualmente mi fanno commuovere. Penso che in questo lavoro siano richiesti passione e sacrificio, per amore dell’arte. E che spettacolarità, sincronismo e scenografia siano un corpo e un’anima.

oltre-la-danza-la-pantera-rosa-1Curiosità. Ci sono stati o prevedi per il futuro dei ballerini?

Noi abbiamo avuto un bravissimo ballerino, che ora fa parte di una compagnia di Roma. Mi farebbe piacere averne altri, anche se ho difficoltà a trovarne perché i maschietti difficilmente aderiscono agli spettacoli in cui sono previsti trasformismi e cambi di ruolo. Le donne invece si prestano maggiormente a questo tipo di situazioni.

Quali coreografie stai preparando e porterai in scena?

Stiamo lavorando a una coreografia di contemporanea, a cui faranno seguito una di hip hop e una composizione coreografica. Queste tre coreografie le porteremo in concorso. Mentre per quanto riguarda lo spettacolo di fine anno prevediamo una coreografia di video dance, un musical, al quale parteciperanno i più meritevoli dei vari corsi, e infine uno spettacolo che noi chiamiamo “show dance” di danza folk. “Oltre la danza” sorprende sempre.

INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

inserzioni inserzioni
In alto