News

Progetto Martina del Lions, si rinnova l’incontro al “Ruiz” per la prevenzione tumori

AUGUSTA – “Informate ed educate i giovani ad aver maggior cura della propria salute. Certe malattie sono rare nei giovani, ma, purtroppo, proprio nei giovani hanno conseguenze pesanti”. Queste sono le parole lasciate in eredità ai giovani da Martina, la ragazza il cui nome è ormai legato al progetto del Lions, la quale, avendo sottovaluto la possibilità dell’insorgenza precoce di un tumore alla mammella, ne ha ritardato la diagnosi, andando incontro a una morte evitabile.

Da questa esperienza di vita il Lions ha infatti dato vita al “Progetto Martina“, che educa ed informa i giovani sull’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce. Anche quest’anno, come già accade dal 2011, il Lions club di Augusta host, guidato da Maurizio Vaccaro, e l’Istituto d’istruzione superiore “Arangio Ruiz”, con il dirigente scolastico Maria Concetta Castorina e il tutor del progetto, la docente Rosanna Bellistri, collaborano per informare in modo scientificamente corretto i giovani studenti.

Il progetto è in sintonia con le indicazioni dei ministeri dell’Istruzione e della Salute sulla necessità di promuovere l’educazione alla salute nelle scuole. Su queste premesse, venerdì 9 dicembre si è svolto nell’aula magna del “Ruiz” il primo incontro di presentazione del progetto 2016-2017 e di verifica di quanto è stato appreso lo scorso anno. Sono stati presenti circa trecento studenti, il dirigente scolastico e alcuni docenti dell’istituto, oltre allo staff del Lions club Augusta host.

Dopo una breve presentazione del progetto, Giorgio Failla, presidente del Leo club, l’associazione giovanile del Lions, ha illustrato ai ragazzi la tematica dal punto di vista di uno studente universitario, impegnato come giovane “Lion” nel sociale e nel volontariato.

inserzioni

Successivamente sono stati prima commentati, insieme al medico e socio Lions Nella Di Franco, i questionari già compilati alla fine del corso dello scorso anno scolastico e poi sottoposte agli studenti una serie di domande per valutare “l’apprendimento e i risultati un anno dopo”. L’analisi delle risposte consentirà di calibrare nel modo più adatto le due successive giornate dedicate all’approfondimento medico, con l’aiuto di ulteriori specialisti del settore. La dottoressa Di Franco, nel suo intervento, ha illustrato le fondamentali nozioni sulla prevenzione, anche tramite un video molto coinvolgente. Applausi a ripetizione hanno confermato l’interesse degli studenti.

Il presidente Lions Maurizio Vaccaro ha spiegato gli obiettivi del progetto rinnovato lo scorso venerdì: “Con il “Progetto Martina” ci proponiamo di informare i nostri giovani sulle modalità di lotta ai tumori, sull’opportunità della diagnosi tempestiva, sulla necessità di impegnarsi in prima persona”. Vaccaro ha continuato affermando che “sapere come affrontare la malattia, essere consapevoli che ci si può difendere e vincere, dà tranquillità. Tranquillità che deriva dalla conoscenza coinvolge tutti e permette di vivere con maggiore serenità”.


scuolaopenday
In alto