Politica

Qualità dell’aria nel quadrilatero industriale, tutti i dubbi di Diem25 e Possibile

AUGUSTA – Neppure due settimane prima del sequestro preventivo da parte della Procura di Siracusa degli impianti del petrolchimico Esso, Isab Nord e Isab Sud, venivano diffusi dal Cipa, il Consorzio industriale di protezione dell’ambiente presieduto da Salvatore Sciacca, i dati nella norma contenuti nel Rapporto qualità dell’aria 2016 (vedi articolo).

Il collettivo Diem25 di Augusta, con in testa il consigliere comunale di opposizione ex pentastellato Giuseppe Schermi, e la sezione locale di Possibile, con portavoce cittadino Salvatore Santaera e coordinatore provinciale Salvatore Baffo, richiamano alla memoria proprio quel recente rapporto.

Attraverso una nota congiunta, chiedono provocatoriamente: “Qualità dell’aria: più interrogativi che risposte. A sentire l’intervista rilasciata dal prof. Sciacca sembrerebbe che la qualità dell’aria intorno ai complessi industriali sia eccelsa: abbattimento delle emissioni, esposizione a fattori di rischio ambientali dieci volte al di sotto dei valori soglia. Unico problema la puzza. Eppure qualcosa non torna; se gli organi di controllo incaricati dalle industrie dicono che tutto è ottimo anche se maleodorante, perché sul nostro territorio c’è una incidenza di tumori correlati all’inquinamento ambientale che supera quella delle zone non appartenenti al comprensorio? Perché la Procura dispone un sequestro cautelativo degli impianti industriali con la motivazione “accertato un significativo contributo al peggioramento della qualità dell’aria dovuto alle emissioni degli impianti”, se tutto va bene?“.

Proseguono: “Sicuramente studieremo insieme ai nostri esperti il documento del Cipa, ci interrogheremo laddove sorge il sospetto che su questi dati pesino un po’ troppi bias di varia natura (primo fra tutti quello che il committente è anche il controllato). Ci interrogheremo sui limiti, qualora siano stati riportati, cosa che ci auguriamo, perché ogni ricerca scientifica dovrebbe farlo per consentire una lettura adeguata e neutra dei dati. E di nuovo ci interrogheremo sulla frequenza delle rilevazioni, sui siti di rilevamento, sulla sensibilità dei rilevamenti. Ribadiremo con più fermezza la necessaria e indispensabile attuazione delle bonifiche mancate. Ci interrogheremo su tutto ciò che non è stato misurato. Perché farsi domande è fondamentale, serve a crescere, serve a capire… e serve a non seguire i conigli bianchi verso Wonderland“.

Come richiesto nei giorni scorsi perfino da parlamentari nazionali e regionali, i due movimenti politici chiedono “le dimissioni immediate del professor Sciacca da direttore del Registro tumori della provincia di Siracusa, poiché è definitivamente venuta meno la sua credibilità nei confronti dei cittadini che da anni segnalano alla Procura puzze e malori“.

(Foto in evidenza: repertorio)


La Gazzetta Augustana su facebook

Le Città del Network

 

Copyright © 2023 La Gazzetta Augustana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Cecilia Casole
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2015/2023 PF Editore

In alto