Archivio

Sanità provinciale, 11 milioni in più per assunzioni e nuovi reparti

Ospedale Muscatello Augusta

Ospedale Muscatello AugustaAUGUSTA – È stato determinato il nuovo tetto di spesa per il personale dell’Asp di Siracusa, elevandolo da 169 milioni a 180 milioni di euro. Con il Decreto dell’Assessorato regionale alla Salute n. 1380/2015, quindi, la provincia di Siracusa avrà 11 milioni di euro in più per poter procedere ad assunzioni del personale medico e paramedico, per aprire le rianimazioni, per aprire la radioterapia. Dovrebbe essere inoltre possibile anche aprire i nuovi reparti che da mesi hanno avuto assegnati i posti letto ma che, non avendo la relativa disponibilità finanziaria, erano rimasti solo sulla carta.

Due dei deputati regionali della provincia di Siracusa hanno subito espresso grande soddisfazione per quello che, a loro dire, rappresenterebbe il rimedio auspicato dopo anni di disparità di trattamento tra le strutture sanitarie siciliane.

Così l’on. Vincenzo Vinciullo, deputato regionale del Nuovo Centrodestra: “Ciò significa che, in attesa di un ulteriore riequilibrio, che ci auguriamo avverrà col 2015, intanto si potrà assumere tutto il personale di cui l’Asp di Siracusa ha bisogno per potenziare i reparti in essere e per aprire quelli ancora chiusi, in modo da fornire ai cittadini siracusani una sanità all’altezza delle altre strutture provinciali e regionali, e mettere i nostri medici in competizione con gli altri colleghi delle rimanenti strutture isolane“.

Con una nota successiva, l’on. Giambattista Coltraro, deputato regionale di Sicilia Democratica, auspica “un immediato adeguamento dell’attuale dotazione organica, considerato che l’Asp di Siracusa registrerebbe una carenza di personale medico-sanitario; la sanità siracusana non poteva continuare ad essere penalizzata rispetto ad altre province che continuano ad avere un rapporto tra personale medico-sanitario e popolazione provinciale notevolmente più alto rispetto a quanto avviene nella nostro comprensorio“.

Adesso, alla luce della nuova intesa tra le categorie interessate e del decreto regionale, si auspica che vengano affrontate urgentemente alcune questioni insolute, tra le quali, in particolare, il nuovo assetto per l’ospedale “Muscatello” di Augusta.

Cecilia Casole


In alto