Politica

“Scippo” sede Adsp, Vinciullo raddoppia: dopo la mozione all’Ars, presenta esposto in Procura

AUGUSTA – Questo lunedì mattina, il parlamentare regionale Vincenzo Vinciullo ha depositato l’esposto che aveva preannunciato alla Procura di Siracusa, “al fine di verificare se sono rinvenibili fattispecie, giuridicamente rilevanti, relativamente al mancato trasferimento della sede dell’Autorità portuale da Augusta a Catania“. Vinciullo mantiene quanto annunciato una volta appreso dell’ordinanza del Tar di Catania, a seguito del ricorso presentato da Assoporto Augusta e a cui si sono affiancati i comuni di Augusta, Melilli e Priolo, che ha certificato l’inesistenza giuridica del decreto ministeriale dello “scippo”, provvedimento noto da fine gennaio ma non ancora pubblicato in Gazzetta ufficiale.

Un paio di settimane fa, prima di conoscere il responso del Tar di Catania, il parlamentare regionale e presidente della commissione Bilancio e Programmazione all’Ars aveva presentato una mozione, la numero 630, al Parlamento Siciliano nella quale “alla luce dei macroscopici errori ed illegalità, si chiede il ritiro di tutti gli atti della Regione che hanno erroneamente indotto il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti ad emanare il decreto di assegnazione dell’Autorità portuale a Catania, ad avviare ogni iniziativa utile al ripristino della legalità e ad accertare eventuali responsabilità sanzionandole conseguentemente“.


scuolaopenday
In alto