News

Augusta, è in funzione il terzo pozzo alla villa comunale per Isola e Borgata

AUGUSTA – A partire dalle ore 12,15 di oggi, 6 aprile, che è anche Giovedì santo, si “pone definitivamente fine alle vicende della distribuzione idrica di Augusta-isola”, come ha rassicurato il sindaco Giuseppe Di Mare in occasione dell’inaugurazione, davanti alla stampa, del terzo pozzo alla villa comunale, dopo quasi tre anni e mezzo di attese e di ansie per gli utenti dell’Isola e dopo l’inaugurazione, tenuta il 9 novembre 2021, del secondo pozzo che doveva essere risolutivo.

L’attivazione del terzo pozzo, con l’immissione in rete delle acque emunte, è stata ufficializzata oggi, con un giorno di ritardo, a causa della pioggia di ieri che non poteva consentire sia il discorso inaugurale del sindaco, attorniato dagli assessori Angelo Pasqua, Concetto Cannavà e Ombretta Tringali, sia dai dipendenti comunali, tra i quali i progettisti, che Di Mare ha ringraziato citandoli singolarmente, spendendo un accenno in più per il dirigente Sebastiano Ponzio, definito “icona del servizio idrico cittadino”.

Prima delle foto di rito, ha preso la parola l’assessore ai Lavori pubblici, Pasqua, che ha ribadito come già “da circa quattro mesi non abbiamo alcun problema per approvvigionare l’Isola“.

Si apprende che il terzo pozzo, che ha una “portata di gran lunga superiore – ha detto il sindaco – a tutti quelli che ci sono stati“, lavorando in concomitanza con il secondo, serve non solo l’Isola ma anche la Borgata. E si tratta di acqua assolutamente potabile, come certificato dal Laboratorio analisi dell’Asp di Siracusa attraverso la “autorizzazione provvisoria all’utilizzo delle acque per uso umano” pervenuta al Comune il 31 marzo, in attesa degli ulteriori prelievi previsti dall’iter autorizzativo.

Il sindaco ha ricostruito la vicenda che ha portato l’attuale amministrazione a decidere di realizzare il terzo pozzo, dopo che il primo “storico” era andato completamente fuori uso, nonostante diversi interventi di riqualificazione, e dopo che il secondo, donato da aziende della zona industriale, si è rivelato insufficiente al fabbisogno del quartiere, almeno fino a recenti “riparazioni alle condutture idriche” della rete colabrodo del centro storico. La gara per il terzo pozzo (anche detto pozzo di riserva) è stata aggiudicata lo scorso agosto alla “Tecnogen Srl”, con sede a Mussomeli (Caltanissetta), per l’importo di 298.049 euro (Iva compresa), a fronte di un quadro economico da progetto pari a 405mila euro complessivi.

Ricordiamo che gli utenti dell’Isola tra il 2019 e il 2020 rimasero, ai sensi di un’ordinanza sindacale per le fessurazioni del pozzo storico, 110 giorni consecutivi senza acqua potabile, dovendo ricorrere alle autobotti. L’allora amministrazione Di Pietro fu costretta alla realizzazione di una condotta provvisoria di collegamento con il pozzo privato dei cantieri navali “Tringali”, per la necessità requisito con relativo indennizzo economico, la cui famiglia proprietaria è stata pubblicamente ringraziata da Di Mare stamani. È di ieri, mercoledì 5 aprile, l’ordinanza sindacale numero 14 con la quale il primo cittadino, oltre a ordinare l’attivazione del terzo pozzo, revoca la propria ordinanza di requisizione temporanea del pozzo privato datata 24 dicembre 2020 (che si poneva in continuità con il provvedimento del predecessore).


La Gazzetta Augustana su facebook

Le Città del Network

 

Copyright © 2023 La Gazzetta Augustana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Cecilia Casole
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2015/2023 PF Editore

In alto