Eventi

Augusta, First Lego League, la sfida di robotica fa tappa al “Ruiz” per Calabria e Isole

AUGUSTA – Per il secondo anno consecutivo, l’Istituto superiore “Arangio Ruiz” di Augusta è regional partner di First Lego League Italia. Martedì 27 e mercoledì 28 aprile la scuola di via Catania, ritenuta polo d’avanguardia nella Robotica educativa, ospiterà la gara di robotica “First Lego League“ – Qualificazione Calabria e Isole.

Saranno otto le squadre che si daranno battaglia tra gare e presentazioni necessariamente online, a causa della pandemia, fino al momento delle premiazioni, che varranno l’accesso alla finale nazionale e anche alla finale del premio “Oltre la robotica“ del Miur per il miglior progetto scientifico. Due le squadre del “Ruiz” che scenderanno in campo, chiamate “Vultus Ruiz” e “Metaltech Ruiz“, impegnate in questi giorni a mettere a punto gli ultimi ritocchi ai loro progetti scientifici riguardanti la città.

Siamo orgogliosi di ospitare per il secondo anno consecutivo la Fll, un progetto che rappresenta un’avanguardia nelle iniziative internazionali dedicate all’innovazione e all’apprendimento scientifico“, dichiara la dirigente scolastica, Maria Concetta Castorina. “Investire nella Robotica, che va oltre l’apprendimento delle tradizionali discipline – aggiunge – è stato sicuramente proficuo per l’istituto, visti i traguardi raggiunti dai nostri studenti in questo ambito“.

“First Lego League Challenge” è un concorso mondiale di scienza e robotica orientato a promuovere l’approccio scientifico, le nuove tecnologie e l’innovazione sociale. Nasce dalla collaborazione tra Lego, azienda danese celebre per la produzione dei mattoncini assemblabili, e First (l’associazione americana For inspiration and recognition of science and technology). In Italia invece la manifestazione è gestita da Fondazione Museo Civico di Rovereto ed è patrocinata dal Miur.

La sfida, per ragazzi e ragazze tra i 9 e i 16 anni, anche quest’anno si basa su problemi ispirati a temi che ingegneri e scienziati del mondo reale devono affrontare e si compone di due parti principali: una competizione robotica e un progetto di ricerca. Il tema di quest’anno è “RePlay“, il cui obiettivo è l’ideazione di soluzioni creative per lo sport, il gioco e il fitness per dare un volto più “smart” alla propria città, partendo dalla valorizzazione e dal riutilizzo inclusivo, ludico e ricreativo di spazi e luoghi cittadini.

È il docente Angelo Santacroce, formatore di Robotica, a coordinare al “Ruiz” il torneo dei robot Lego Mindstorms Ev3, Nxt e del nuovo set Lego Education Spike Prime. “Nella sfida robotica, i team devono progettare, costruire e programmare dei robot che dovranno compiere delle missioni – riferisce il professore – Nel progetto di ricerca invece i concorrenti conducono uno studio su un problema attinente il tema della sfida, proponendo una soluzione innovativa e condividendo le proprie scoperte all’interno della propria comunità. Importante è poi l’aspetto del Core Values che valuta la capacità di lavorare in team e di rispettare gli altri“.

(Nella foto di repertorio in copertina: la tappa al “Ruiz” della First Lego League 2020)


In alto