Politica

Augusta, giunta approva piano triennale del fabbisogno di personale. Ecco costi e posizioni “vacanti”

AUGUSTA – È stato approvato con delibera di giunta del 20 luglio il piano del fabbisogno di personale per il triennio 2021-2023. In sostanza, prevede l’estensione dell’orario lavorativo da “part-time” a “full-time” (36 ore settimanali) per gli 84 dipendenti comunali stabilizzati lo scorso settembre e nuove assunzioni nel triennio in considerazione, con un margine assunzionale effettivo per l’anno in corso di 1 milione 110 mila euro ma con riserva di attivare tali procedure di assunzione nel 2022.

Il piano muove dalla presa d’atto da parte dei responsabili di settore della “insussistenza di situazione di soprannumero e di eccedenza di personale anno 2020” e che “risulta la necessità che vi siano rafforzamenti del personale in servizio“.

La dotazione organica del Comune di Augusta era stata fissata in 274 unità, così come rideterminata con delibera di giunta nell’agosto 2015, in applicazione del decreto ministeriale emanato l’anno precedente (“Individuazione dei rapporti medi dipendenti-popolazione validi per gli enti in condizioni di dissesto”), non potendo poi procedere per vari motivi a nuove assunzioni. Al primo gennaio dell’anno in corso, dopo numerosi pensionamenti anche con “quota 100” (ulteriori 9 pensionamenti previsti entro la fine del 2021), sono 193 i dipendenti comunali in servizio a tempo indeterminato e quindi, ponendo il parametro di 274 unità, sarebbero 81 i posti vacanti così suddivisi: 6 di categoria D3, 18 di categoria D1, 19 di categoria C, 2 di categoria B3, 19 di categoria B, 17 di categoria A.

Ma la possibilità di incremento del personale a tempo indeterminato è normata da decreti successivi in tema di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche (l’ultimo, interministeriale, del 17 marzo 2020), ponendola in rapporto alle entrate correnti dell’ente, con la soglia fissata al 27 per cento per la fascia demografica a cui appartiene il Comune di Augusta. Nel 2020 l’Ente ha speso per il personale 7 milioni 195 mila euro rispetto al valore medio triennale delle entrate correnti pari a 34 milioni 968 mila euro (al netto del fondo crediti dubbia esigibilità), registrando un’incidenza percentuale del 20,58 e collocandosi al di sotto della soglia.

Nella delibera di giunta si arriva quindi a definire il prospetto della spesa previsionale complessiva del personale derivante dal fabbisogno per il triennio, così come predisposto dal settore Economico Finanziario, considerando l’estensione a tempo pieno per gli ex lavoratori precari, capacità assunzionale e al netto dell’Irap: incremento a 7 milioni 572 mila euro per l’anno in corso, a 7 milioni 809 mila euro per il 2022, a 7 milioni 964 mila euro per il 2023.

Un evento storico“, è il commento odierno pubblicato dal sindaco Giuseppe Di Mare sulla propria pagina social. “Con grande orgoglio stamane in Giunta abbiamo approvato un piano del fabbisogno del personale 2021/2023 storico per la nostra Città – ha dichiarato il primo cittadino in una nota stampa diramata ieri – utilizzando oltre 1 milione di euro in capacità assunzionale“.

In questa fase, abbiamo deciso di chiudere, una volta per tutte, primo comune nella provincia, la pagina vergognosa del precariato o della stabilizzazione “a gettoni” (cioè ad orario ridotto o ridottissimo), con l’estensione del full time a tutti i dipendenti. Siamo consapevoli della portata della scelta – ha evidenziato Di Mare – e, naturalmente, ci attendiamo un rilancio consistente di attività e risultati“.

Abbiamo anche previsto di irrobustire i servizi tecnici dell’Ente e l’organico della Polizia municipale – ha sottolineato il primo cittadino – settori che sono particolarmente sotto pressione e dai quali, giustamente, i cittadini reclamano tempestività ed efficacia dei servizi. Prevediamo, in questo quadro, di assecondare la politica di innovazione tecnologica cominciando ad inserire professionalità del ramo informatico e anche di specializzare ambiti di lavoro per contrastare disagio sociale e nuove povertà“.


La Gazzetta Augustana su facebook

Le Città del Network

 

Copyright © 2023 La Gazzetta Augustana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Cecilia Casole
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2015/2023 PF Editore

In alto