Politica

Augusta, Pd, Nicita suggella il “ritorno a casa” del consigliere Triberio

AUGUSTA – Il Pd ritorna ad avere un rappresentante in consiglio comunale. Si tratta di Giancarlo Triberio che, ieri pomeriggio, ha ufficialmente annunciato il suo ritorno nel seno del Partito democratico, dopo anni di assenza, gli anni in cui è stato componente di Articolo uno, il movimento politico, “democratico e progressista”, che nacque dalla scissione di un gruppo di esponenti del Pd, per contrasti con l’allora segretario del partito, Matteo Renzi, oggi capo di Italia viva.

Da giorni si sapeva del ritorno di Triberio alla casa madre, di cui era stato segretario cittadino fino a marzo del 2017, ma l’ufficialità del ritorno è stata sancita ieri pomeriggio, nell’auditorium “Liggeri” di palazzo San Biagio, alla presenza del 54enne Antonio Nicita, senatore eletto lo scorso settembre e di recentissima nomina a commissario provinciale del Pd. Nicita, braccio destro dell’uscente segretario piddino, Enrico Letta, è figlio di quel potente politico democristiano cresciuto a Priolo che fu Santi Nicita, presidente della Regione siciliana nel 1983-’84. La sua presenza non poteva non richiamare un buon numero di persone che, nonostante il giorno e nonostante l’orario, hanno affollato l’auditorium comunale.

A salutare il neo commissario Pd, il sindaco di Carlentini, Giuseppe Stefio, candidato in primavera per un secondo mandato, Bruno Marziano, ex assessore della Regione siciliana, già presidente della ex Provincia regionale di Siracusa, Loredana Crisci, segretaria della Cgil di Augusta, e altri cittadini, un tempo fedeli democristiani o militanti del Pci. Il rientro di Triberio nel Pd è stato ufficializzato ieri anche perché in questi giorni, a Roma, durante i lavori dell’assemblea nazionale del Pd, Roberto Speranza ha annunciato lo scioglimento di Articolo uno per confluire nel soggetto maggioritario.

Triberio non ha rinnegato il suo percorso con Articolo uno, precisando che la sua è stata “un’esperienza ricca di emozioni e soddisfazioni”, ma ha messo in evidenza la necessità di rafforzare il Pd perché, a suo dire, in Italia in questo momento bisogna fronteggiare un governo di destra-destra, “amico di Orban e che attacca la magistratura”. Triberio, che ha ringraziato l’ex sindaco Pippo Gulino e la consigliera Milena Contento per il sostegno nell’attuale consiglio comunale, ha tuonato contro l’amministrazione Di Mare ché si professa civica dinanzi ai cittadini anche dopo aver incassato l’appoggio della Lega e sostenuto, alle elezioni regionali, Carlo Auteri, sortinese della lista di Fratelli d’Italia appena insediatosi all’Ars. Triberio rifiuta di adoperare la locuzione “opposizione costruttiva” e promette di ingaggiare in consiglio un’opposizione “propositiva, come gli suggerisce il senatore Nicita, al centro del tavolo, affiancato da Luca Vita, segretario del circolo locale del Pd, carica che ricopre dal serrato congresso celebrato a giugno del 2020.

Ovviamente, il discorso più atteso è stato quello di Nicita, che, appena eletto, ha fatto parlare già di sé in campo regionale per i suoi interventi a favore dell’area industriale siracusana, per via della raffineria russa Lukoil, la cui esistenza stessa è messa in pericolo dai pacchetti di sanzioni europei imposti in séguito alla guerra russo-ucraina, e del depuratore Ias sequestrato dalla magistratura per inquinamento ma indispensabile alle industrie. Nicita, che pure ha ringraziato l’attuale ministro Adolfo Urso per il lavoro svolto a favore del Petrolchimico per la risoluzione della crisi, ha ribadito la necessità che la raffineria di Priolo sia affidata a un’amministrazione temporanea, anche se è in vista la vendita da parte della Lukoil al gruppo Goi Energy. Nicita ha dato anche speranze a coloro che sono stati danneggiati dal sisma del 13 dicembre 1990 e che ancora non hanno avuto i ristori pubblici. Al riguardo, Nicita ha detto che se lo Stato non ha la necessaria liquidità per venire incontro a tutti, può far ottenere i ristori attraverso i crediti di imposta.

Giorgio Càsole


La Gazzetta Augustana su facebook

Le Città del Network

 

Copyright © 2022 La Gazzetta Augustana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Salvatore Pappalardo
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2022 La Gazzetta Augustana.it

In alto