pubblicità elettorale
News

Augusta, presentati i due progetti esecutivi di rigenerazione urbana della Borgata sud-est

AUGUSTA – Sono stati presentati stamani, in una conferenza stampa convocata dall’amministrazione comunale a palazzo di città, i due progetti esecutivi di rigenerazione urbana da 5 milioni di euro complessivi per le aree a sud-est della Borgata (delimitate a sud dalla ferrovia che, come noto, sarà dismessa da Rfi), estese in totale 27mila metri quadri.

Il progetto di fattibilità tecnica ed economica complessivo, redatto dai tecnici comunali, era stato ammesso a finanziamento a valere sul Pnrr (Piano nazionale di ripresa e resilienza) dal governo centrale con un decreto del ministero dell’Interno di fine 2021, per 4 milioni 826mila euro a valere sul Pnrr e co-finanziamento del Comune di 168mila euro.

Partendo da quel progetto di fattibilità, i professionisti esterni incaricati hanno sviluppato i due progetti esecutivi, riapprovati dalla giunta nei giorni scorsi: quello del “Parco urbano tra via Dogali, via Catania e il sottocavalcavia” e quello di “Riqualificazione di via Di Vittorio, piazza Mattarella, via Catania”. A seguito di procedura di gara aperta per l’appalto integrato con il criterio dell’offerta economica più vantaggiosa, i lavori sono stati aggiudicati all’impresa edile augustana “Conor srl”, che ha offerto un ribasso del 30,187 per cento.

Nel primo progetto esecutivo (da 1 milione 965mila euro per importo totale intervento), a ovest del cavalcaferrovia di corso Sicilia, è previsto: il nuovo manto stradale per le vie esistenti, un tratto della prima pista ciclopedonale in città (275 metri tra viale Italia e via Catania), aree parcheggio sotto il cavalcavia da 84 posti auto, un campo da calcio a 5 in erba sintetica (tra via Dogali e via XXV Aprile), un parco giochi, un’area attrezzata per lo sport all’aperto, realizzando nuovi percorsi pedonali su materiale drenante e riqualificando le aree verdi (prato a raso e alberi acquistati), inoltre panchine smart (con punti di ricarica smartphone) e impianto di videosorveglianza, nuovi corpi illuminanti.

Il secondo progetto esecutivo (da 3 milioni 30mila euro per importo totale intervento), a est del cavalcaferrovia di corso Sicilia, prevede: il restyling di piazza Mattarella con ridefinizione stilistica in due parti (a nord con panchine, a sud area libera su pavimentazione bianca per “eventi di quartiere“), il tratto più lungo della prima pista ciclopedonale in città (per quasi 1 km) tra via Catania, via Di Vittorio (lato scuole “Ruiz” e “Costa”) e via Matteotti, aree parcheggio diffuse per 82 posti auto, 1.635 metri quadri di verde, nuovi corpi illuminanti.

Quanto al verde pubblico previsto complessivamente da entrambi i progetti, verranno messi a dimora 62 nuovi alberi (ulivi, lecci, cerri, tigli) e oltre cento cespugli, mentre diversi alberi da fusto esistenti verranno spostati in relazione ai nuovi percorsi.

Stamani il sindaco Giuseppe Di Mare, affiancato dagli assessori Pippo Spanò e Valeria Coco, oltre che dai progettisti degli esecutivi, ingegnere Rosario Grasso e architetto Marcello Beccaria, ha annunciato che “martedì (9 aprile, ndr) iniziano i lavori“, con fine lavori stimata “entro i primi mesi del 2025“.

I lavori – ha sottolineato – verranno effettuati da una ditta augustana che ha vinto una gara, ed è un altro motivo di festa perché vuol dire che queste risorse restano nella nostra città“. “Capite – ha precisato il primo cittadino – che sono lavori che in parte incidono sulla viabilità ordinaria della nostra città, anche se all’inizio non impatteranno perché partiamo da piazza Mattarella e dall’area vicino al “Ruiz”“.

In apertura di conferenza stampa, il sindaco Di Mare ha parlato di “un progetto che dà alla nostra città una dimensione diversa: si riqualificherà un’intera area che negli anni è stata lasciata allo sviluppo naturale“, evidenziando in merito alle diverse progettazioni promosse dalla sua amministrazione che “siamo destinatari di circa 20 milioni di euro di fondi del Pnrr, extra bilancio“.

Le aree interessate dalla rigenerazione urbana sono cinte a sud dalla strada ferrata, che come noto verrà dismessa da Rfi per l’eliminazione del passaggio a livello. Al riguardo, il sindaco ci ha risposto: “Abbiamo chiesto a Rfi che l’area dismessa diventi un’area dove i cittadini possano passeggiare. Abbiamo già visto un progetto di Rfi in questa direzione, anche quello finanziato dal Pnrr, quindi entro il 2026 i lavori devono essere finiti. La conferenza dei servizi si è chiusa sostanzialmente“.


La Gazzetta Augustana su facebook

Le Città del Network

 

Copyright © 2023 La Gazzetta Augustana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Cecilia Casole
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2015/2023 PF Editore

In alto