Politica

Augusta, querelle Adorno-Stella su Adsp, levata di scudi Pd in difesa del segretario provinciale

AUGUSTA – Levata di scudi dall’area del Partito democratico in difesa del segretario provinciale Salvo Adorno, dopo le contestazioni politiche mosse a mezzo stampa dal presidente del consiglio comunale di Augusta, Marco Stella, nell’ambito della disputa sulla nomina alla presidenza dell’Autorità di sistema portuale del mare di Sicilia orientale, tra Regione siciliana e Comuni (Catania, Augusta, Melilli e Priolo Gargallo) da un lato e Mims (Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili) dall’altro.

Interviene il segretario del locale circolo del Partito democratico, Luca Vita. “Il Segretario provinciale del Pd ha posto in essere delle importanti riflessioni sul funzionamento dell’Autorità di sistema portuale del mare di Sicilia orientale e sui suoi rapporti con la politica locale –  afferma – Tali riflessioni, peraltro condivise da un’ampia parte dei nostri concittadini, avrebbero meritato una risposta nel merito, che chiarisse in maniera trasparente la posizione dell’Amministrazione comunale megarese su tale importantissimo tema, da cui dipendono in gran parte le speranze di rilancio e crescita dell’economia locale“.

Spiace, pertanto – sostiene il segretario cittadino del Pd – apprendere che il Presidente del Consiglio comunale di Augusta abbia inteso replicare con un poco elegante attacco personale nei confronti del segretario provinciale Adorno, a cui va la nostra piena solidarietà, evocando vicende interne al Partito democratico che nulla hanno a che fare con il dibattito in corso e senza mai entrare nel merito delle questioni poste da una parte importante della politica locale, questioni che meritano una risposta vera perché di interesse collettivo e non già perché poste dal segretario provinciale del Pd“.

Di particolare rilievo la nota pervenuta alla Redazione da Raffaele Gentile, già senatore e sottosegretario ai Trasporti nel governo Prodi 2006-2008, nonché ex assessore regionale e provinciale, autorevole esponente del Partito democratico siracusano.

Leggendo l’intervento del presidente del consiglio comunale di Augusta in risposta a Salvo Adorno, mi è venuto il dubbio che a scrivere la nota sull’Autorità portuale del sistema della Sicilia orientale non sia stato il presidente del consiglio comunale ma un semplice attivista politico – asserisce – Certamente ci sono tanti argomenti rispetto ai quali è utile ed opportuno esprimere idee e suggerire strategie per l’attività dell’Autorità portuale. Invece, è sbagliato rispondere alle argomentazioni di Adorno, alle quali si può naturalmente opporre qualsiasi critica da parte di qualsiasi parte politica, utilizzando parole offensive, per la persona e per il partito che rappresenta”.

Adorno è in grado di difendersi da solo per la sua riconosciuta competenza – precisa l’ex sottosegretario Gentile – ma francamente mi sembra un tantino eccessivo dire che il segretario ed il Pd non hanno la autorevolezza necessaria a criticare  la richiesta (in sé legittima) avanzata dai comuni interessati per competenza territoriale per una diversa governance dell’Autorità di sistema rispetto alla scelta del governo. Dico questo perché sia il Pd locale, come anche quello nazionale e regionale, hanno sempre fornito idee e proposte per lo sviluppo dell’area nella quale opera l’Autorità portuale. Quanto al dibattito all’interno, direi che rappresenta il sale della democrazia, cosa che, nel caso specifico, non sembra inopportuno sottolineare“.

(Nella foto di repertorio in copertina: porto Megarese)


In alto