Politica

Augusta, riattivazione del servizio di mammografia al “Muscatello”

AUGUSTA – Dovrebbe ripartire domani il servizio di mammografia al “Muscatello”, con qualche giorno di ritardo rispetto ai tempi annunciati la scorsa settimana dall’Asp. Lo rendono noto i consiglieri comunali Biagio Tribulato e Angelo Pasqua, che si erano interessati nel merito e che riferiscono in un comunicato odierno di averlo appreso da fonti interne al reparto di Radiologia.

Abbiamo inoltrato alla Direzione dell’Asp una nota – fanno sapere i due consiglieri – con la quale chiediamo che in maniera celere si possano recuperare gli esami che in questi quattro mesi di fermo non hanno potuto effettuare molti pazienti, impossibilitati tra l’altro anche a non potersi spostare in altre sedi fuori da Augusta. Auspichiamo di non dover aspettare più quattro mesi per la sistemazione di uno strumento fondamentale per il nostro nosocomio, per la cittadinanza tutta e per i residenti dei comuni viciniori“.

Il mammografo risulta non funzionante almeno dallo scorso fine novembre, con la successiva lunga attesa per l’intervento di sostituzione dei detettori dell’apparecchiatura, ordinati a Boston.

Inoltre, come i due consiglieri avevano anticipato, si è tenuto l’auspicato incontro con il neo direttore sanitario dell’ospedale, Eugenio Vinci. “Con grande disponibilità, si è mostrato molto propositivo per la risoluzione di alcune problematiche che attanagliano il “Muscatello” – riferisce Tribulato – Sono stato lì soprattutto per sollevare i problemi riguardanti le liste d’attesa lunghissime per la colonscopia nonché del personale che andrebbe ampliato, per la mancanza di videosorveglianza e incentivazione della sicurezza per il pronto soccorso, per cercare di snellire le lunghe liste d’attesa per i soggetti cui è prescritta la terapia riabilitativa, per l’istituzione permanente di uno sportello di supporto alle donne vittime di violenza, che lavori in sinergia con il Pronto soccorso e le istituzioni“.


inserzioni inserzioni
In alto