News

Augusta, scompare Emanuele Fazio, l’ultimo maestro d’ascia. Nautica ligure in lutto, pronta docufiction di “Italia nostra”

AUGUSTA – È venuto a mancare, ieri, all’età di 86 anni, il maestro d’ascia augustano Emanuele Fazio. Era tornato due anni fa ad Augusta, sua città natale, per trascorrervi gli ultimi anni insieme alla moglie e a uno dei tre figli, dopo aver lasciato un ricordo indelebile nel mondo della nautica imperiese.

Era infatti emigrato in gioventù ad Imperia, in Liguria, insieme alla famiglia nel 1966 e da allora, imparando a padroneggiare il secolare mestiere di maestro d’ascia, di cui era tra gli ultimi custodi, ha realizzato gli scafi di numerose e prestigiose imbarcazioni.

Gli dedica un articolo il quotidiano nazionale La Stampa: “Dalle sue mani e dalla sua capacità di trasformare in un qualcosa di vivo un’asse di legno – si ricorda nell’articolo – sono usciti yacht come La Lupa e Ulisse, attraccati a Marina degli Aregai, o la pilotina Ineja“. “Era uno degli ultimi maestri d’ascia di vecchio stampo – si legge – Fazio era anche abilitato a insegnare, tecnico al Nautico e tutor per l’Università di Genova“.

Ad Augusta, l’associazione “Italia nostra” gli ha voluto dedicare un mediometraggio, nella forma della docufiction, i cui autori sono la presidente Jessica Di Venuta e Fabio Emanuele per la regia di Luca Musumeci. Il lavoro è ultimato da tempo, ma l’emergenza sanitaria da Covid-19 ne avrebbe fatto rinviare la prima proiezione a data da destinarsi.


archeoclubmegarahyblaea
In alto