Cronaca

Augusta, sequestrati 115 chili di pesce tra mercati rionali, un ristorante e un supermercato

AUGUSTA – Sequestrati circa 115 chili di prodotto ittico, elevate sanzioni amministrative per complessivi 10.200 euro. Questo il bilancio di un’attività di polizia svolta nei giorni scorsi dalla Guardia costiera di Augusta ad Augusta e Francofonte, nell’ambito della campagna denominata “Operazione Global fishing” effettuata dai comandi territoriali delle Capitanerie di porto nella giurisdizione della Direzione marittima della Sicilia orientale.

Il pesce è stato sequestrato perché i militari hanno contestato diverse “violazioni delle disposizioni che prevedono sia l’obbligo della tracciabilità, che dell’etichettatura, o per infrazione alle disposizioni che disciplinano la commercializzazione del pesce spada, e per pesca in zona vietate“. Infatti un esemplare di pesce spadasotto misura“, tra l’altro, è stato sequestrato in un supermercato di Augusta.

Come rende noto la Guardia costiera, le altre violazioni contestate riguardano rispettivamente un ristorante di Brucoli, il mercato rionale “del giovedì” di Augusta e il mercato rionale “del mercoledì” di Francofonte. Parte del prodotto ittico, giudicato idoneo al consumo umano dai servizi veterinari competenti, è stato donato in beneficenza, mentre la restante quantità, non giudicata edibile sempre ad opera dei servizi veterinari, è poi stata avviata a corretto smaltimento.

È stato sequestrato dai militari anche un fucile subacqueo, dopo aver rilevato attività di pesca esercitata in ambito portuale.


archeoclubmegarahyblaea
In alto