Cronaca

Augusta, sequestrati 200 metri di rete da posta nel porto Megarese

AUGUSTA – Ancora una rete da pesca, da posta, sequestrata a carico di ignoti nel porto Megarese (nella foto di repertorio in copertina). Questo il bilancio dell’opera di vigilanza assicurata dalla Capitaneria di porto – Guardia costiera di Augusta.

Stamani la motovedetta Cp 525 della Guardia costiera ha rinvenuto, a pelo d’acqua, nei pressi di un tratto di mare in cui è interdetta la navigazione ai privati per esigenze di natura militare, una rete da pesca.

Si è quindi proceduto al sequestro della stessa, di circa 200 metri che, si rammenta, è un attrezzo che non può essere detenuto da coloro che, essendo privi della prevista licenza, non sono abilitati ad esercitare la pesca professionale. Il pescato intrappolato nella rete, ancora vivo, è stato immediatamente rigettato in mare (nella foto all’interno).

In ogni caso – ricorda la Guardia costiera di Augusta – l’attività di pesca in ambito portuale è assolutamente vietata, sia ai pescatori professionisti che ai dilettanti, giacché si corre il rischio che finiscano sulle tavole dei consumatori prodotti ittici insalubri“.

inserzioni

 


scuolaopenday
In alto