News

Augusta, studenti del Ruiz trionfano al “Nuclear contest” di Budapest

AUGUSTA – Affermazione di prestigio per l’Istituto superiore “Arangio Ruiz” di Augusta, che si aggiudica con un lavoro della classe 4ªCL la prima edizione della competizione internazionale “Nuclear contest for secondary school pupils”, la cui finale si è svolta a Budapest dall’1 al 5 luglio.

Erano due le classi su cui puntava, 4ªCL e 4ªDL del Liceo delle Scienze applicate, qualificatesi lo scorso aprile con i loro project works tra le 15 finaliste europee del concorso voluto dall’Enen, acronimo di European nuclear education network, con sede proprio nella capitale ungherese, alla scopo di diffondere nelle nuove generazioni la conoscenza del nucleare, sia in campo energetico che medico, e orientarle verso queste carriere.

Sapientemente guidate dalla docente di Fisica del “Ruiz”, Daniela Averna, le due classi augustane avevano realizzato due video della durata di tre minuti ciascuno su particolari ambiti della Fisica nucleare, quali la produzione di energia e il campo medico. Lavori che due rappresentanti per classe, Gabriele Baudo e Alessio Matarazzo per la 4ªCL (nella foto di copertina), Marco Baffo e Fernando Coppola per la 4ªDL (nella foto all’interno), accompagnati dalla docente, hanno presentato in lingua inglese alla Budapest University of Technology, davanti a una giuria di esperti internazionali.

E il 5 luglio è arrivata la notizia del lavoro vincitore. La classe 4ªCL si è aggiudicata il primo posto per il miglior progetto, mentre la classe 4ªDL ha ottenuto un riconoscimento di merito per la realizzazione del video più creativo nell’ambito del concorso.

inserzioni

Grandissima la felicità degli alunni che a Budapest hanno avuto altresì la possibilità di partecipare ad una summer school di Fisica presso la Facoltà di Scienze, dove hanno frequentato delle lezioni orientative e visitato una centrale nucleare insieme a un gruppo internazionale di bachelor (laureati).

Il clamoroso risultato degli studenti del “Ruiz” – commenta con soddisfazione la dirigente scolastica Maria Concetta Castorina si deve anche all’impegno della prof.ssa Averna che ha supportato i ragazzi nella preparazione, privilegiando l’utilizzo di una didattica innovativa.  Ma il podio europeo testimonia ancora una volta l’attenzione che da anni l’Istituto riserva alla valorizzazione degli studenti e alla costruzione di un curricolo di qualità, capace di preparare i ragazzi a 360 gradi“.


inserzioni inserzioni
In alto