Pubblicità elettorale

Politica

Augusta, verso le amministrative, Articolo uno sarà guidato da Giovanni Ranno. Triberio capeggerà lista “civica” pro Carrubba

AUGUSTA – Conferenza stampa, in uno dei più torridi pomeriggi di fine luglio, di Articolo uno – Movimento democratico e progressista (questa la denominazione nazionale completa), che sarà presente nella tornata elettorale in corso di svolgimento con la lista “civica” Democratici e progressisti, a sostegno della candidatura dell’ex sindaco Massimo Carrubba, ufficializzata un mese fa.

Si è tenuta alla presenza del segretario regionale del partito della sinistra radicale, il deputato siracusano Pippo Zappulla, e del giovane segretario provinciale, il trentunenne avvocato lentinese Antonino Landro, del neo segretario cittadino, già dirigente provinciale, l’urbanista Giovanni Ranno, e del predecessore alla segreteria Giancarlo Triberio, attualmente unico consigliere comunale augustano di Articolo uno – Mdp, che sarà capolista della quasi omonima civica.

Gli onori di casa sono stati fatti da Zappulla, il quale, dopo aver ricordato l’importanza di Augusta quale seconda città della provincia non solo come “fatto numerico”, ha sostenuto con vigore la candidatura a sindaco di Carrubba che – ha detto Zappulla – “ha pagato un prezzo pesantissimo e anche la città ha subìto un’onta infamante”, riferendosi, ovviamente, alle vicende giudiziarie dell’ex sindaco e allo scioglimento del consiglio comunale per sospette infiltrazioni mafiose. Zappulla ha rincarato la dose, sottolineando che “Carrubba ha il diritto di riprendere in mano il governo della città”, anche perché “la comunità di Augusta dev’essere risarcita del danno” e ha rimarcato l’importanza del porto augustano non solo nello scacchiere strategico del Mediterraneo, ma anche “strategico sulla Via della seta”.

Il discorso più lungo e appassionato è stato quello di Triberio, che si è scagliato contro l’amministrazione pentastellata, colpevole a suo dire di non aver mai voluto accettare le “nostre proposte”, che pure recepivano analoghe proposte avanzate dagli stessi 5 Stelle in campagna elettorale. “La sindaca ha predicato bene, ma ha razzolato malissimo”, ha tuonato Triberio, che ha auspicato come “oggi Augusta ha bisogno di normalità” e ha elencato una serie di priorità in campo sanitario, portuale, scolastico, ambientale-naturalistico, energetico e nei rapporti con le industrie. Dopo aver precisato che “gli augustani sono laboriosi e onesti”, Triberio ha scandito queste parole: “Augusta non ha bisogno di avventurieri né di slogan, non ha bisogno di figure che hanno qualcuno dietro”, ma “ha bisogno di una figura che conosce l’attuale macchina amministrativa del Comune”, riferendosi in quest’ultimo passaggio ovviamente a Carrubba, “una macchina che non è quella di vent’anni fa”, ha precisato.

inserzioni

Poi Giovanni Ranno, ingegnere di professione, ha caratterizzato il suo contributo parlando di temi che gli stanno a cuore sia come professionista che come cittadino: temi che riguardano la gestione del territorio della città, che ha necessità di adeguati strumenti urbanistici sia per l’isola centro storico, sia per le periferie che per il borgo di Brucoli e per il litorale di Agnone Bagni. In sintesi, una città per la tutela della quale occorre rimuovere rischi rilevanti, tenuto conto dell’alta sismicità del territorio, quale per esempio, a detta di Ranno, il deposito costiero di carburante della Maxcom in una zona ormai densamente urbanizzata e abitata.

Il segretario provinciale Landro, infine, ricordando la lezione di Enrico Berlinguer, il più amato e ricordato segretario nazionale del Pci, che della “questione morale” fece un cavallo di battaglia, ha sottolineato che “l’onestà è solo una pre-condizione per chi fa politica”: sono indispensabili “competenza e idee. E il coraggio delle scelte”.

Giorgio Càsole


scuolaopenday
In alto