Gustovagando

Capodanno Roma 2020: tutte le superstizioni e le tradizioni più antiche da seguire

Per vivere il meglio che il capodanno a Roma 2020 ti può offrire, l’unico modo è seguire le tradizioni più antiche e genuine (e pure qualche superstizione) saldamente radicate nel nostro background italiano. E sono davvero tante le cose da poter fare.

Non c’è neppure bisogno di dirlo. A prescindere da chi farà parte della tua compagnia durante i festeggiamenti per l’ultimo giorno dell’anno, se amici, parenti o la persona che ami, alcune tradizioni vanno sempre rispettate. Servono a rendere più magica, più vissuta e sentita questa importantissima festa.

Il capodanno è un evento talmente importante che sono molti i gesti propiziatori da dover seguire: questi fanno parte integrante di una cultura antica, decisamente superstiziosa, ma che ci dà conforto e allegria fin dalla notte dei tempi.

Per fare un esempio, il famigerato piatto di lenticchie che non può mai mancare a tavola, pure se stai cenando con portate a base di crudités di pesce e lo champagne. I legumi, infatti, rappresentano ricchezza e servono ad augurarci un nuovo anno pieno di guadagni, di lusso sfrenato o quantomeno di benessere economico.

inserzioni

Ovviamente l’ultimo giorno dell’anno non è caratterizzato solo da tradizioni culinarie e superstizioni ma anche da tanta festa, divertimento e condivisione con parenti, amici e partner. Nelle più grandi città in particolar modo si possono trovare tanti eventi di diverso tipo e che hanno a che fare con i concerti, la musica in discoteca, il teatro e tanto altro.

Il nostro paese da questo punto di vista è veramente molto ricco di possibilità:giusto per fare un esempio chi scriverà su Google Capodanno Roma, per essere sommerso di link di tantissimi eventi che si svolgono in tanti posti della capitale e che sono ogni anno sold out.

Per questo motivo sono molto utili alcuni siti, tra i quali spicca capodannoroma.org, all’interno dei quali oltre a trovare molte informazioni utili su tutto quello che succederà a Roma quella sera, si potrà comprare il biglietto per non correre il rischio di trovare sold out il proprio evento preferito.

Di seguito buttiamo una lista delle tradizioni più gettonate del capodanno e una loro breve storia.

  • Partiamo con le lenticchie

Perché mangiamo il piatto di lenticchie alla mezzanotte l’abbiamo già detto. Ora però raccontiamo da cosa nasce questa usanza e come ha preso piede, resistendo nel tempo e sopravvivendo fino al giorno d’oggi.

Molto semplicemente, sembra che tutto dipenda dalla loro forma, che assomiglia molto a quella che avevano le monetine al tempo degli antichi Romani. Sembra che siano stati loro a inventare questa tradizione. Il costume era quello di regalare ad amici e parenti scarselle piene zeppe di lenticchie, che all’epoca valevano pure molto.

Inoltre, anche l’Antico Testamento fa riferimento alle lenticchie come a un piatto prelibato e ricco, cucinato soltanto dalle famiglie più agiate e che per Giacobbe significarono l’opportunità di rubare la primogenitura al fratello maggiore Esaù.

  • Abbigliamento rosso

Non c’entra niente con Babbo Natale, sebbene il periodo sia più o meno quello. Il colore rosso a Capodanno ha tutto un altro senso. Pure qua, si tratta di una tradizione tipica dell’antica Roma, dove chi vestiva di scarlatto, specie il giorno di capodanno, erano soltanto gli esponenti e i rampolli delle famiglie aristocratiche.

Quindi, vestire di rosso vuol dire avere potere, essere importanti, o comunque serve ad augurarci questo nel prossimo futuro.

  • Il brindisi con le bollicine

Adesso andiamo un pochino più indietro, quando il Peloponneso e Roma non si erano ancora incontrati. Il brindisi fu inventato oltre cinquemila anni fa e sembra che fosse fatto in segno di gioia, per festeggiare avvenimento molto importanti, solamente tra parenti e amici molto stretti.

Oltre al semplice “cin cin” che facciamo allo scoccare della mezzanotte, però, alcune persone sono solite bagnarsi le orecchie con lo spumante. Questo è un gesto che vuole combattere le influenze del malocchio, praticamente una specie di amuleto anti-sfiga.

  • Bere lo spumante e brindare

L’ultima tradizione che vogliamo nominare, importante come le altre, è quella di stappare la bottiglia di spumante e brindare con famiglia e amici! Si dice che porta bene bagnarsi le orecchie con lo spumante:la bottiglia deve essere stappata a mezzanotte e deve fare un botto!


archeoclubmegarahyblaea
In alto